Le vertenze del lavoro e l’indennità di malattia

17/nov/2014 11:10:43 Fabrizio Caprotti | Studio Cassone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le vertenze del lavoro possono rappresentare uno strumento di rivendica utile nei casi in cui non venga riconosciuta l’indennità di malattia.

Il datore di lavoro, al fine di evitare il sorgere di vertenze del lavoro, deve considerare i differenti aspetti atti al riconoscimento dell’indennità di malattia spettante al lavoratore. Quest’ultima deve essere corrisposta al lavoratore dipendente nel settore privato in sostituzione della retribuzione.

Si ricorda che le tempistiche ed i vari periodi sono definiti dalla legge e dai contratti collettivi.

Una corretta analisi dell’indennità di malattia, implica la conoscenza di alcuni aspetti da parte del lavoratore finalizzati ad evitare il nascere di vertenze del lavoro; in specifico bisogna sottolineare che:

·         La decorrenza del diritto all'indennità di malattia scatta dal giorno d’inizio dell'attività lavorativa;

 

·         L’indennità è anticipata dal datore di lavoro (ad eccezione dei casi in cui vi è l’erogazione diretta da parte dell’INPS);

 

·         E’ a carico del datore di lavoro l’integrazione dell’indennità di malattia sotto forma di retribuzione (in quanto stabilito nella maggior parte dei contratti di lavoro);

Il lavoratore può godere dell’indennità di malattia secondo delle tempistiche specifiche, in particolare è utile porre una distinzione basata sulla tipologia contrattuale:

·         Contratto a tempo indeterminato: l’erogazione dell’indennità avviene per un massimo di 180 giorni complessivi in un anno solare.

 

·         Contratto a tempo determinato: restando valido il limite massimo di 180 giorni, la corresponsione avviene per un numero di giornate pari a quelle lavorate (12 mesi antecedenti la malattia).

 

Si comprende infine che, il mancato riconoscimento dell’indennità di malattia al dipendente, comporta dei conflitti tra le parti che portano inevitabilmente a delle vertenze del lavoro. A tal proposito, una completa conoscenza della normativa vigente ed una corretta gestione della denuncia di controversia, può fare la differenza.

Il supporto di un consulente del lavoro è di notevole importanza: permette alle parti di giungere ad una conciliazione e ad una cessazione del conflitto.

 

Per approfondire vertenze del lavoro

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl