CS Hager

26/feb/2007 15.10.00 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

HAGER ACCENDE IL SUO BUSINESS IN ITALIA

Con l’acquisizione di due società francesi da 63 milioni diEuro, per la filiale italiana della multinazionale leader nell’elettrotecnicasi apre un business superiore ai 100 milioni.

 

MILANO – Hager Italia, azienda di punta nel settoreelettrotecnico con un consolidato 2006 da47 milioni di Euro, un cash-flow attorno al 10% (4 milioni e 500.000 Euro) e 200 dipendenti, di cui 7 assuntinell’ultimo anno, conferma il proprio ruolotrainante all’interno del Gruppo Hager, storica realtàfranco-tedesca con 19 stabilimenti sparsi nel mondo, un export che tocca 50Paesi e un fatturato 2006 da 1 miliardo e 300 milioni di Euro. In soli 15 anni di attività la filiale italiana hasaputo conquistare il 5% del mercatonazionale – il terzo in Europa per dimensioni, del valore di 6miliardi di Euro (tramite il canale della distribuzione specializzata dimateriale elettrico), ma anche il più difficile perché più“affollato” – posizionandosi al primo posto dopo i tre marchistorici del settore.

 

Sitratta di un risultato ancora più eclatante se si considera che nel 2000,quando l’attuale presidente e direttoregenerale Luca Biancolin arrivò, Hager Italia perdeva 1 milione emezzo di Euro. Da allora la Società ha guadagnato da 1 milione a 2 milioni emezzo di Euro l’anno, crescendo sempre più velocemente del mercato, equalificandosi in breve come punto diriferimento per l’intero Gruppo, che oggi recepisce con grandeattenzione le indicazioni del management italiano e sta considerando lapossibilità di proseguire il percorso di acquisizioni già iniziato nel nostroPaese.

 

SpiegaBiancolin: «Basandosi sulle nostrenecessità, la Casa Madre ha da poco comprato due società francesispecializzate in canalizzazioni metalliche, Tolmégae C.E.S. (Constructions Eléctriques de la Seine), del valorecomplessivo di 63 milionidi Euro. Questo ci ha consentito di completare il portafoglio prodotti dellaEbo System, azienda collegata ad Hager Italia che, surclassando la concorrenza,ha vinto un’importante gara d’appalto e parteciperà così allarealizzazione di una piattaforma petroliferain Qatar commissionata alla SNAM Progetti, che avrà una capacità produttiva di7,7 miliardi di metri cubi di gas all’anno».

 

Ma,secondo Luca Biancolin, questo non è che l’inizio. «Le ultime due acquisizioni hanno aperto ad Hager unmercato del valore di oltre 100 milioni di Euro. Prevediamo che da qui al 2010 l’ingresso diqueste nuove società svilupperà in Italia un businessche contribuirà in modo sostanziale al raggiungimento del nostroobiettivo: conquistare entro il prossimoquadriennio l’8% del mercato.» Un obiettivo cheHager Italia intende centrare anche con rilevanti investimenti in formazione e tecnologia (2 milioni di Euro nel 2006) ein nuove filiali commerciali, con una spesa 2007 di 1milione di Euro. Due sono già state aperte a inizio anno in Toscanae Triveneto.

 

«Vogliamo creare una community di professionisti che ci tengano costantementeaggiornati su esigenze e cambiamenti del mercato: tutte informazioni che ciconsentiranno di rispondere adeguatamente ai mutamenti della domanda e cheporterà conoscenza al Gruppo, perché possa muoversi di conseguenza. Per quantoriguarda il mercato che serviamo, la nostra strategia è quella di assicurare aigrossisti, con le nostre azioni, marginalità e rispetto del loro ruolo. Agliinstallatori diamo, unici in Italia, 5 anni di garanzia. A tutti diciamo: lanostra autonomia decisionale è tale che possiamo venire incontrotempestivamente a ogni vostra esigenza.»

Questostrategico piano di fidelizzazione staportando alla filiale italiana un livellomedio annuo di crescita del business pari al 20%, il che produrrà,secondo le proiezioni dei vertici aziendali, un turnover 2007 da 50 milionidi Euro (+6,3%).

 

(Mario Pinzi)

 

Perinformazioni: Dr. Luca Biancolin, tel. 02/70150548

 

***********************************************

Prs Consulting Group

Via San Felice, 98

40122 Bologna

tel. 051/522440

fax 051/553857

mailto: prs@prs.it

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl