CON MONTI ASCENSORI L'ITALIA VA SEMPRE PIÙ IN ALTO

28/feb/2007 14.10.00 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

CON MONTI ASCENSORI L’ITALIA VA SEMPRE PIÙ INALTO

Nuovi appalti per l’azienda bolognese leadernella manutenzione ascensori, che per il 2007 punta a un +17, 50 %. Edall’UE arriva uno stop alle multinazionali del settore

 

BOLOGNA – Prosegue il momento favorevole per Monti SpA, azienda leader nel settore manutenzione,riparazione e ammodernamento ascensori. Dopo aver superatol’obiettivo di fatturato 2006 con oltre 25,5milioni di Euro di ricavi (+30%rispetto al 2005) e con un titolo in Borsa che presenta ulterioriinteressanti margini di crescita (rilevazioniRasBank), la Società continua ad acquisire nuovecommesse nell’ambito della manutenzione tanto in ambitoprivato quanto in quello pubblico. Le ultime in ordine di tempo, del valorecomplessivo di oltre 700.000 Euro, riguardano gli impiantidell’Università di Bari, dell’Azienda USL 3 di Pistoia,dall’Università di Bologna, degli Istituti Clinici di Perfezionamento diMilano, dell’ALER di Milano.

 

«Si tratta di successisignificativi – sottolinea il consigliere delegato Patrizio Colombariniche premiano la nostra scelta di puntare tutto sullaqualità dei servizi. Avvalendoci dell’opera del CSA (Consorzio Servizi Ascensori), una retedi 80 imprese artigiane specializzate, siamo in grado di assicurare ovunqueprestazioni tempestive e di alta qualità a costi competitivi, con unaattenzione particolare verso il cliente che le piccole imprese per tradizioneoffrono. D’altro canto il Consorzio può contare su una strutturacostituita da magazzini e unità per controlli di qualità e sicurezza che solouna azienda grande come la Monti può assicurare. Inoltre Monti SpA offre un contratto di manutenzione davvero unico dalpunto di vista della trasparenza e della tutela del consumatore, ben diverso daquelli in genere proposti, tanto da essere stato certificato dalla C.C.I.A.A.di Bologna come assolutamente privo di clausole vessatorie

 

Icomportamenti commerciali scorretti delle multinazionali del settore, che Montiandava denunciando da tempo, sono stati stigmatizzati anche recentemente dalleAutorità competenti: proprio nei giorni scorsi l’Antitrust europea ha inflitto una supermulta di oltre 990 milioni di Euro a Otis, Kone, Schindler e Thyssen Krupp, ritenute responsabili di aver fatto cartello per alzare iprezzi e ostacolare la libera concorrenza, a danno non solo dellealtre imprese, ma anche dei consumatori.

 

CommentaColombarini: «Da tempo si attendeva chevenissero prese misure adeguate per spezzare un oligopolio che soffocava ilmercato. Ora, vista anche l’entità della sanzione inflitta alle impreseche avevano costituito il cartello, che può valere come deterrente, ci si puòattendere che il gioco della concorrenza premi le aziende italiane che, come laMonti, hanno da sempre puntato sulla trasparenza nei confronti dei clienti e suun servizio di qualità a prezzi competitivi, e che su questi elementi hannocostruito il loro sviluppo».

 

Questo stop deciso dall’UE e la conseguente maggior aperturadel mercato offre a Monti SpA importantiprospettive di crescita, che potrebbero portare entro il prossimo triennio a un aumento del numero deicontratti di manutenzione anche superiore ai 5.000 previsti dal pianoaziendale, da sommare agli 11.500 già in portafoglio a fine 2006. Inoltre,secondo le ultime rilevazioni, in Italia ci sono ben 450.000 ascensori nonrispondenti alla normativa UE, che in breve andranno ammodernati. L’aumento di fatturato atteso nel triennio è del60%.

 

 

MontiAscensori SpA nasce nel 1975 come impresa artigiana e viene rilevata nel 1988da Patrizio Colombarini. Nel 1994 Colombarini crea la cooperativa artigianaCSA, Consorzio Servizi Ascensori, a cui affida in outsourcing i propriincarichi: una mossa strategica che si rivelerà vincente. Nel 2005l’azienda bolognese si quota a Piazza Affari (settore Expandi),ricavandone liquidità per 8 milioni di Euro, prontamente investiti inacquisizione di contratti e di imprese. Con il trend attuale, Monti SpA contadi realizzare un fatturato 2007 da30 milioni di Euro, pari a un + 17,50% rispetto all’annoprecedente.

 

(Mario Pinzi)

 

Per informazioni: Dr. PatrizioColombarini, tel. 051/762500.

*************************************************

PRSConsulting Group

Via SanFelice, 98

40122Bologna

Tel.051/52.24.40

Fax051/55.38.57

mailto:prs@prs.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl