Calo Vaccinazioni: "Rischi reali sulla salute a causa della disinformazione in rete"

Calo Vaccinazioni: "Rischi reali sulla salute a causa della disinformazione in rete".

Persone Fabrizio Frizzi, Armando De Vincentiis
Luoghi Roma, Torino, Pavia
Organizzazioni Europarlamento, Marina Militare
Argomenti economia, psicologia, editoria, diritto

22/gen/2016 08.39.58 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 

Calo Vaccinazioni: "Rischi reali sulla salute a causa della disinformazione in rete"

Roma, 22 gennaio 2016 - Ogni giorno assistiamo ad assurde e furiose “battaglie” in rete riguardo l'argomento vaccini. La più diffusa è quella portata avanti in nome di una teoria ideologica, cioè non basata su prove scientifiche, secondo la quale i vaccini provocano l'autismo. È possibile immaginare che possa esistere un bisogno emotivo che voglia necessariamente inquadrare nei vaccini un capro espiatorio?

Se internet ha facilitato la comunicazione di massa, la sua incontrollabile “globalizzazione” ha favorito un’enorme diffusione di informazioni, i cui effetti inevitabilmente hanno ripercussioni, nel bene o nel male, nel vissuto reale.

Come districarsi quindi tra social, blog, siti, forum, motori di ricerca per riconoscere le fonti attendibili e le informazioni serie e non cadere nei tranelli psicologici della comunicazione?

Chi si affida oggi alla rete per cercare informazioni in tema di vaccini, trova due schieramenti polari: da una parte la scienza che cerca di far comprendere l’inconsistenza delle correnti antivacciniste, dimostrando, attraverso studi scientifici, come il rifiuto ostinato alle vaccinazioni si basi esclusivamente su paure, ideologie e, paradossalmente, bisogni; dall’altra informazioni errate e fuorvianti, che generano confusione, allarmismo, disaffezione e sfiducia nei confronti della scienza. Queste ultime riescono a colpire l’attenzione stimolando l’emotività del lettore e, unite a una personale errata percezione del rischio e tendenza al sospetto, accendono la miccia della disinformazione che crea danni non solo al singolo ma a tutta la comunità.

"Se la Salute è un diritto e un dovere di tutti, la libertà di scelta è imprescindibile dalla consapevolezza" ci spiega Armando De Vincentiis, curatore del libroVaccini complotti e pseudoscienza” (www.c1vedizioni.com), raccontandoci di come questo libro sia nato proprio dall’esigenza di coprire i vuoti della comunicazione ed i pericoli dell’informazione fai-da-te:

“L'idea è quella di far capire su cosa si fondano le argomentazioni ideologiche e presentare, in modo semplice, le contro-argomentazioni sostenute dagli studi scientifici pubblicati su riviste autorevoli. Il libro "Vaccini complotti e pseudoscienza" evidenzia e spiega proprio il paradosso di voler credere per forza a una teoria e perché sia davvero così difficile modificare l’opinione di chi ha “deciso” che i vaccini siano pericolosi e/o la causa di determinate malattie".

"Spesso, nell’approccio di molti interventi orientati a dimostrare l’infondatezza di tali credenze, si utilizzano argomentazioni di carattere medico e giornalistico, dimenticando l’aspetto emotivo della comunicazione. Questo è un elemento chiave in grado di filtrare e stravolgere le informazioni: nonostante una corretta informazione, tale approccio appare, spesso, insufficiente. Viceversa, una comunicazione fondata sull’emotività appare più efficace" continua ancora De Vincentiis.

"Vaccini complotti e pseudoscienza sviluppa l’argomento da più prospettive, partendo da quella psicologica oltre che medica e giornalistica. Gli autori, psicologi, medici, giornalisti scientifici e neuroscienziati, affrontano il tema ad ampio spettro, non lasciando nessun vuoto e fornendo tutto ciò che è necessario per capire i vaccini, la loro non pericolosità, il perché del loro utilizzo e i rischi della mancata vaccinazione, come è nata l’origine dell’equivoco secondo il quale causano l’autismo, e, soprattutto, la paradossale attitudine e ostinazione a continuare a credere in tale equivoco e la dimensione sia emotiva che cognitiva che solidifica le errate convinzioni sui vaccini anche al cospetto delle evidenze scientifiche” conclude Armando De Vincentiis, curatore del libro "Vaccini complotti e pseudoscienza" .

 

###

Per interviste ed informazioni:

C1Vpress@gmail.com

 

vaccini

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
Vittime di Reato:

Vittime di Reato: "Basta con la Burocrazia, l'Arroganza ed il Menefreghismo di Stato"

Roma, 22 gennaio 2016 - Il 5 gennaio 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legislativo 15 dicembre 2015, n. 212 di attuazione della direttiva 2012/29/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 ottobre 2012, che istituisce norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime di reato. Il provvedimento è entrato  in vigore il…
Leggi Tutto...
 
 
Al Teatro Crocetta di Torino arriva

Al Teatro Crocetta di Torino arriva "Il Melonauta", un percorso unico tra musica e cultura

Torino, 22 gennaio 2016 - Arriva al Teatro Crocetta di Torino lo spettacolo “IL MELONAUTA”, sabato 06 febbraio 2016 alle ore 21.00, in Via Piazzi, 25, grazie al lavoro della Blast Talent Production in collaborazione con Soluzioni Artistiche e BwithC. Si tratta di un nuovo tipo di musical, molto diverso dai soliti format, che propone un…
Leggi Tutto...
 
 
Alla Marina Militare Italiana Riconoscimento per le Numerose Vite Salvate in Mare

Alla Marina Militare Italiana Riconoscimento per le Numerose Vite Salvate in Mare

Roma, 21 gennaio 2016 - Sabato, 23 gennaio, alle ore 18.00, presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma si terrà la XIII edizione del "Gran Galà della Solidarietà", organizzato dal "Tutti per un cuore...un cuore per tutti" Onlus condotto, come di consueto, da Fabrizio Frizzi. Alla manifestazione, dedicata alla illustrazione di alcune attività benefiche, parteciperanno…
Leggi Tutto...
 
 

Equitalia: Il "Fermo Amministrativo" fa perdere milioni allo Stato

Roma, 21 gennaio 2016 - Si chiama "Fermo Amministrativo", viene da lontano ed è la pratica messa in atto da Equitalia per rivalersi sul contribuente moroso per crediti vantati nei confronti degli Enti Impositori, bloccando un bene mobile registrato, per intenderci macchine e mezzi di trasporto. Apparentemente una misura cautelare per costringere il contribuente a pagare,…

 

Nasce "Tipografia Economica", la catena dei moderni centri stampa

Pavia, 21 gennaio 2016 - Cresce l'interesse intorno a "Tipografia Economica",  il progetto di sviluppo in franchising di moderni centri stampa a marchio "DOT Design & Print". "A gennaio 2016 abbiamo presentato una nuova formula di affiliazione, "Tipografia Economica", che consentirà ai futuri affiliati di entrare a far parte della nostra rete con un investimento…

Depressione e alterazioni dell’umore: "Si può guarire grazie ad un approccio multidisciplinare"

Roma, 21 gennaio 2016 - Emozioni come la tristezza e l’angoscia, sono comuni a tutti gli uomini. A volte capita di sentirsi demotivati e annoiati a causa delle esperienze che capitano nella nostra vita, ma nella maggior parte dei casi, con il passare del tempo, questa condizione negativa viene superata e i sentimenti di tristezza…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl