Evasione Fiscale: Ecco Come i Comuni Spiano i Cittadini con un Software per Scovare gli Evasori Fiscali

01/feb/2016 07.35.19 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 

Evasione Fiscale: Ecco Come i Comuni Spiano i Cittadini con un Software per Scovare gli Evasori Fiscali

Roma, 1 febbraio 2016 - È stato svelato in questi giorni il software che permette agli enti locali ed ai Comuni di "spiare" i cittadini e conoscere all'istante tutte le loro proprietà, redditi dichiarati e versamenti fiscali per confrontarli e scovare gli eventuali redditi nascosti. In base alle normative in vigore infatti l'Agenzia delle Entrate condivide con i Comuni tutti i dati dei versamenti fiscali come F24 Tares/Tari, Ici/Imu, Tasi ed Iscop, i riepiloghi contabili dei versamenti di addizionale comunale all'Irpef, i dati dei contratti di energia elettrica e gas, i dati dei contratti di locazione e delle dichiarazioni di successione, i bonifici bancari per interventi di recupero del patrimonio edilizio e le dichiarazioni dei redditi ((Unico, 730, 760, 770, etc). Dopo la fusione con l'Agenzia del Territorio ora l'Agenzia delle Entrate condivide anche le cartografie catastali, le attività del comma 335 e 336, gli accatastamenti e le variazioni, i docfa, l'intero catasto urbano e terreni, la lista dei fabbricati fantasma rilevati nel 2011, l'archivio nazionale civici e strade (ancs), gli atti telematici pregeo, la consistenza della banca dati comunale catastale, le ispezioni ipotecarie. I Big Data della P.A., cioè i dati relativi alla pubblica amministrazione, sono fondamentali per la pubblica amministrazione, sono enormi per varietà e volume ma devono essere “aperti” e “leggibili”, e diventa necessario sfruttare tutta questa enorme quantità di informazioni per migliorare i servizi tra le stesse P.A. ed i servizi rivolti ai cittadini ed alle imprese. Ma non basta rendere pubbliche le informazioni: fornire troppi dati, disomogenei e dispersi significa, di fatto, non averne reso pubblico nessuno, risultando difficili da interpretare e consultare. Per questo gli Enti Locali per risolvere questi problemi stanno adottando un software, denominato LoginPa (www.loginpa.it), che permette di consultare facilmente tutta l'enorme marea di dati della P.A. relativi a cittadini e contribuenti con una velocità di consultazione impressionante e costi per gli Enti Locali estremamente accessibili. I Comuni ad esempio, con la semplicità di Google Maps e Street View, con un click sul tetto di un immobile riescono a vedere chi vi abita ed a cascata ricevere una serie di dati georeferenziati sia dell'immobile che dell'intero nucleo familiare, riuscendo a scoprire i loro redditi, situazione patrimoniale, tasse pagate e scoprire così eventualmente redditi nascosti e tasse non pagate. Matteo Mauri, amministratore di Microservice, la Startup che ha ideato il software LoginPa, ponendosi ai vertici dell'innovazione digitale del nostro paese, dichiara: "Realizzare LoginPa per sfruttare e leggere i Big Data per la Pubblica Amministrazione è stato possibile grazie a delle sofisticate tecnologie che ci hanno permesso di leggere ed unificare i dati di diverse banche dati e grazie all'hardware ed all'infrastruttura di Google Cloud Platform riusciamo ad avere un sistema robusto e veloce, senza precedenti, in modo da poterlo condividere con migliaia di Comuni senza generare ulteriori costi di informatica per l'Ente". "Ed è solo l'inizio" prosegue ancora l'Amministratore "abbiamo avviato collaborazioni con Master Universitari per creare un team sempre più ampio di Data Scientist per soddisfare l'esigenza di fare buon uso dei dati e far prendere le migliori decisioni alle Amministrazioni". "Raggiungere questo risultato è stato possibile anche grazie alla sinergia di tutte le aziende del gruppo che hanno contribuito con personale specializzato all'analisi ed alla realizzazione del sistema LoginPa" conclude Mauri. Se fino ad oggi abbiamo sentito tanto parlare di Big Data, LoginPa è il primo innovativo e potente strumento in grado di sfruttarne a pieno tutte le enormi potenzialità. ### Per interviste e contatti: www.loginpa.it

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
Profughi: Univ. Sapienza di Roma, Emergency Architecture & Human Rights Denmark e Danish Academy insieme per nuove idee sull'accoglienza profughi

Profughi: Univ. Sapienza di Roma, Emergency Architecture & Human Rights Denmark e Danish Academy insieme per nuove idee sull'accoglienza profughi

Roma, 1 febbraio 2016 - Studenti e docenti della Facoltà di Architettura dell'Università Sapienza di Roma e l'associazione danese Emergency Architecture & Human Rights stanno lavorando insieme alla ricerca di nuove idee e soluzioni per l'accoglienza dei profughi che sbarcano in Italia. A tal fine dal 29 gennaio e fino al 5 febbraio prossimo presso la Facoltà…
Leggi Tutto...
 
 
Pignoriamo Montepaschi: Conferenza Stampa a Padova, Lunedi 1 febbraio

Pignoriamo Montepaschi: Conferenza Stampa a Padova, Lunedi 1 febbraio

Lunedì 1° febbraio alle ore 11, a Padova piazza Turati, 2 La S.V. è invitata a partecipare alla Conferenza Stampa CONFEDERCONTRIBUENTI: PIGNORIAMO MONTE PASCHI DI SIENA! Primo boomerang dell’accordo “salva-banche” a seguito della sentenza del Tribunale di Padova del 15/11/2015, che sarà resa esecutiva lunedì prossimo, con il pignoramento della somma presso la sede centrale del Monte…
Leggi Tutto...
 
 
MONTE DEI PASCHI DI SIENA, PARTE IL PRIMO PIGNORAMENTO

MONTE DEI PASCHI DI SIENA, PARTE IL PRIMO PIGNORAMENTO

A Padova lunedì 1 febbraio primo boomerang dell’accordo “salva-banche”: a seguito della sentenza del Tribunale di Padova del 15/11/2015, che sarà resa esecutiva lunedì prossimo, sarà eseguito il pignoramento della somma stabilita dalla sentenza presso la sede centrale del Monte dei Paschi di Siena. Roma, 29/01/2016 - Il ministro dell’economia italiano Pier Carlo Padoan ha trovato l’accordo…
Leggi Tutto...
 
 

Castelvetrano, sfida alla legalità: Rientra in Consiglio Comunale uomo che inneggiava a Matteo Messina Denaro.

Roma, 28 gennaio 2016 - "Il ritorno nel Consiglio Comunale di Castelvetrano (Tp) di Lillo Giambalvo, intercettato mentre garantiva fedeltà cieca al capomafia Matteo Messina Denaro e si augurava l'uccisione del figlio di un pentito, è un terribile schiaffo alla lotta alla mafia. Adesso bisogna fermare tutto ciò e Matteo Renzi intervenga visto che il consigliere…

 

Equitalia: "Scandalosi gli 1,5 Milioni di Euro di premi ai dirigenti, a carico dei cittadini"

Roma, 28 gennaio 2016 - Nel 2014 sono stati erogati un 1.500.000 di euro di premi ai 96 dirigenti di Equitalia, per i risultati raggiunti oltre naturalmente agli stipendi. Premi che i "contribuenti" pagano a caro prezzo a causa dell'aggio esattoriale carissimo e che al di là degli annunci sui giornali, non verrà abbassato. Tutti…

Il Governo Britannico premia a Piazza Affari la startup italiana Mobysign

Il Governo Britannico ha premiato oggi la startup italiana Mobysign. L'azienda rivoluzionaria, creatrice dell'app per il mobile payment sicuro e la strong authentication, ha vinto il premio UK-Italy Innovation Award presso la Borsa Italiana, nell’ambito degli UK-Italy Business Awards. Milano, 27 gennaio 2016 �“ Il Governo britannico ha assegnato nel corso della cerimonia svoltasi oggi presso la Borsa Italiana a Milano, il…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl