L'archiviazione e gestione documentale, un problema risolto da Wolters Kluwer

L'archiviazione e gestione documentale, un problema risolto da Wolters Kluwer.

Persone Pierfrancesco Angeleri
Luoghi Milano
Organizzazioni InfoCert Spa, Tax, Ministero delle Finanze
Argomenti economia, software, impresa, diritto, commercio, industria

08/feb/2016 12.09.07 Vitaliano Vitale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’archiviazione e gestione documentale, un problema risolto da Wolters Kluwer

 

Sono milioni i documenti fiscali processati ogni anno dai professionisti. A metà gennaio il Ministero delle Finanze ha prodotto le statistiche finali delle dichiarazioni dei redditi 2014. Sono quasi 41 milioni i modelli 730, 770 e Unico presentati e che necessitano di archiviazione. Wolters Kluwer, grazie alla sua esperienza e alla sua vicinanza alle problematiche degli studi professionali e delle PMI, offre soluzioni in grado di risolvere il ricorrente problema.

 

Milano, 8 febbraio 2016 – Sono oltre undici milioni i Modelli 770, più di 10 milioni i Modelli Unico, quasi 20 milioni i 730 presentati nel 2014 per l’anno d’imposta 2013. 3,8 milioni di Partite Iva producono documenti fiscali, 1.104.875 sono state le dichiarazioni delle società di capitali censite dal Ministero delle Finanze nell’anno 2014. I dati sono stati resi noti dal Ministero delle Finanze a metà gennaio 2016 e testimoniano una valanga di documenti processati e da archiviare.

Secondo gli Osservatori.net  del Politecnico di Milano sono ancora troppi i professionisti, principali “produttori” dei modelli dichiarativi, che non percepiscono la necessità di aumentare le competenze informatiche per la Professione per essere più produttivi e riuscire a fornire ai propri clienti assistiti servizi a valore aggiunto.  La consapevolezza verso la capacità delle ICT di creare valore cresce, ma ancora troppo lentamente. Alcune avanguardie tra i Commercialisti hanno già investito anni fa in tecnologie e oggi puntano verso quelle più sofisticate, per continuare a fare la differenza. Wolters Kluwer, divisione Tax&Accounting, ha in portafoglio svariate soluzioni software ideali per i professionisti e le PMI in grado di contribuire all’automazione delle attività professionali si necessarie ma molto time consuming e a basso valore aggiunto.

 

ARKmanager è un applicativo per gestire in modo automatico ed organizzato tutte le fasi dell’archiviazione elettronica dei documenti  particolarmente adatto agli studi professionali, associazioni e piccole e medie imprese.

“Liberare risorse professionali affidando alla tecnologia operazioni “time consuming” come l’archiviazione documentale è una priorità per gli studi professionali e le funzioni aziendali preposte. Wolters Kluwer ha sviluppato software e tecnologie innovative che contribuiscono alla risoluzione dei problemi di archiviazione a tutto favore dell’efficienza. Crediamo fermamente che le nostre soluzioni possono liberare risorse professionali che si potranno dedicare ad attività a più alto valore aggiunto.” Pierfrancesco Angeleri, Managing Director Wolters Kluwer Tax&Accounting Italia, è fermamente convinto che la digitalizzazione apporta un rilevante vantaggio competitivo sia della consulenza sia delle funzioni aziendali.

 

Con ARKmanager è possibile gestire in modo automatico ed organizzato tutte le fasi relative all’archiviazione elettronica dei documenti. L’archiviazione dei documenti prodotti con gli applicativi Wolters Kluwer è automatica, gli elaborati confluiscono direttamente nell’archivio elettronico e vengono catalogati automaticamente. L’utente può però archiviare qualsiasi tipo di documento, ad esempio fatture in PDF.

Anche effettuare la Conservazione Legale Sostitutiva, utilizzando l’apposita funzione disponibile in ARKmanager, è un processo semplice e veloce. L’operazione è eseguibile dal cliente direttamente o tramite InfoCert Spa che si incarica del processo di conservazione e che gestisce tutto il flusso richiesto assumendosi la qualifica di Responsabile della Conservazione.

 

Webdesk, il portale di collaborazione tra studio e clienti, e in particolare il suo modulo Condivisione Documenti, funzionalità utile per condividere in tempo reale con i propri clienti gli elaborati prodotti con i gestionali Wolters Kluwer, è integrato con ARKmanager.  Lo studio professionale, a partire dal suo archivio elettronico, può mettere a disposizione dei suoi clienti i documenti consentendo la consultazione in qualsiasi momento e da qualsiasi posto tramite una semplice connessione internet.

 

ARKmanager è disponibile in versione “on premise”, installato sul server del cliente, oppure nella versione “Software as a Service” (SaaS).  Il cliente utilizza il servizio presso la Server Farm Wolters Kluwer con il vantaggio che la gestione degli aggiornamenti e la manutenzione del servizio è a carico di Wolters Kluwer. Attraverso Internet è possibile la consultazione dei documenti archiviati.

 

ARKmanager è un balzo in avanti verso l’efficienza, la semplicità e la razionalizzazione sia negli studi professionali sia nelle funzioni aziendali incaricate. Assolve in pieno alla principale funzione di un software, l’automazione di attività e il sostegno al progresso digitale dell’azienda, ma consente anche un consistente risparmio in termini di costi e spazio. Infatti l’assenza di carta stampata incide sui costi dell’archiviazione sia in termini di produzione di documenti sia in termini di spazio dedicato al contenimento degli archivi fisici.

Wolters Kluwer ha messo in campo le sue capacità di Ricerca & Sviluppo partendo dall’ascolto dei bisogni delle attività professionali, dall’anticipazione dei bisogni futuri della propria clientela e dal proprio indirizzo strategico di sviluppare software in grado ottimizzare e portare alla massima efficienza le attività aziendali per dare alla clientela maggiore spazio per le attività a più alto valore aggiunto, quali ad esempio la consulenza.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl