Direttiva UE su Esproprio Case: Minaccia Sciopero della Fame il Presidente di Confedercontribuenti

10/feb/2016 07.27.17 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 

Direttiva UE su Esproprio Case: Minaccia Sciopero della Fame il Presidente di Confedercontribuenti

Il presidente di Confedercontribuenti, Carmelo Finocchiaro, è pronto allo sciopero della fame contro la norma Europea che “espropria” le case ai clienti delle Banche, senza alcuna salvaguardia per il debitore ponendo seri problemi di costituzionalità Roma, 10 febbraio 2016 - In commissione Finanze alla Camera è arrivata la bozza di decreto legislativo che recepisce la direttiva Ue 17 del 2014 «Direttiva sul credito ipotecario», una norma da approvare entro il 21 marzo 2016. L’articolo 28 del testo approvato a Bruxelles recita che «gli Stati membri non impediscono alle parti di un contratto di credito di convenire espressamente che la restituzione o il trasferimento della garanzia reale o dei proventi della vendita della garanzia reale è sufficiente a rimborsare il credito». Che cosa significa? “Il provvedimento comunitario, emanato per tutelare i consumatori, stabilisce che, se non si riescono a rimborsare le rate di un finanziamento finalizzato ad acquisire un bene che viene posto a garanzia, si può trasferire quel determinato bene al nostro creditore, cioè alla banca o all’intermediario. Una volta venduto, il debitore potrà ottenere indietro l’eccedenza tra il prezzo di vendita e l’ammontare del debito non rimborsato” �“ spiega il presidente di Confedercontribuenti Carmelo Finocchiaro. La bozza di decreto legislativo, però, compie un passo ulteriore rispetto alla normativa europea e prevede che «le parti del contratto di credito possono convenire espressamente, al momento della conclusione del contratto di credito o successivamente, che in caso di inadempimento del consumatore, la restituzione o il trasferimento del bene immobile oggetto di garanzia reale o dei proventi della vendita del medesimo bene comporta l’estinzione del debito, fermo restando il diritto del consumatore all’eccedenza». Quel «successivamente» è un po’ controverso - ribatte Finocchiaro �“ la nuova normativa varrà per i contratti stipulati dal 21 marzo in poi, ma proprio quell’avverbio sembra lasciare spazio di manovra a una modifica dei contratti di finanziamento in essere. Riteniamo �“ aggiunge Finocchiaro �“ che, la direttiva europea pone seri problemi di costituzionalità”. L’articolo 2744 del Codice Civile sancisce il «divieto del patto commissorio», ossia che in caso di inadempimento del credito il bene dato in pegno non può passare nella disponibilità o proprietà del creditore. Tant’è vero che, quando un mutuatario non rispetta per 7 volte la scadenza delle rate, come stabilito dal testo unico bancario, la banca che eroga il mutuo si rivolge al Tribunale per avviare la procedura esecutiva: la casa viene messa all’asta e l’eventuale eccedenza, una volta venduta, retrocessa al debitore. “Il decreto, se passasse così com’è, sarebbe un ulteriore aiuto per il settore bancario �“ precisa Finocchiaro �“ Con una clausola ad hoc si salterebbe il passaggio in Tribunale che allunga i tempi per l’escussione della garanzia. Il governo invece di accelerare i tempi della giustizia civile eliminerebbe le garanzie che essa stessa offre.”                     La Confedercontribuenti organizzerà una dura battaglia contro il decreto e conclude Finocchiaro: “sono pronto allo sciopero della fame per protesta”. ###   Per interviste e contatti: Ufficio Stampa Nazionale Confedercontribuenti Mariangela Palmisano Tel. 3297460298    

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
In Italia sempre più difficile il recupero crediti. Situazione migliore per via stragiudiziale.

In Italia sempre più difficile il recupero crediti. Situazione migliore per via stragiudiziale.

Milano, 9 febbraio 2016 - In Italia il recupero crediti è diventato molto difficile: il tempo medio di incasso di un credito supera ormai di gran lunga i 100 giorni. Infatti le procedure di recupero credito giudiziale sono troppo lente da un punto di vista burocratico oltre che molto onerose per il creditore, con l’aggravante…
Leggi Tutto...
 
 
Arriva in Parlamento proposta di stop al fermo amministrativo dell'auto

Arriva in Parlamento proposta di stop al fermo amministrativo dell'auto

Roma, 9 febbraio 2016 - “Il fermo amministrativo di Equitalia come abbiamo più volte dichiarato, è una pratica anti economica per lo Stato che  non incassa più il bollo auto, oltre a  rischiare che il debitore anziché pagare, acquisti una nuova automobile intestandola  ad un altro nominativo. In questo modo Equitalia si troverà a dover…
Leggi Tutto...
 
 
San Valentino:

San Valentino: "Weekend dell'Amore" a Castell'Arquato, il Borgo degli Innamorati

Piacenza, 9 febbraio 2016 - In onore di San Valentino a Castell’Arquato (Pc), in quello che è uno dei borghi più belli d’Italia e che per l'occasione diventa il "Borgo degli Innamorati", il 13 e 14 Febbraio 2016 si terrà un indimenticabile weekend d’amore. In occasione di questo giorno speciale, molto significativo per tutti gli innamorati che intendono festeggiare…
Leggi Tutto...
 
 

I Ciudadanos Invadono la Pagina di Matteo Renzi con il Virtual Flash Mob #OmbrellisuMatteo

Roma, 8 febbraio 2015 - In vista della manifestazione "Umbrella Revolution" , programmata a Roma per il 20 febbraio alle ore 15, nata in ripresa delle proteste di Hong Kong in difesa della democrazia e per ribadire un forte No alle politiche di Renzi ed alle Riforme Costituzionali, il movimento della cittadinanza "Cittadini C" ha organizzato un Virtual Flash…

 

Dangerous, il nuovo singolo di The Wrath, in tutte le radio nazionali

Roma, 8 febbraio 2015 - È uscito "Dangerous" il primo singolo ed anticipazione del nuovo EP di The Wrath (nome d'arte di Giuseppe Binetti) artista noto nell'ambiente della musica rock e metal italiana per la sua musica pungente e per aver partecipato e vinto diverse gare tra cui la webchart TALENT1, programma talent di Italia 1, con la…

Banca Riduce alla Disperazione un Pensionato Negando Negoziazione Mutuo: "Le Banche Devono Rispettare la Legge Senza Ridurre alla Disperazione i Cittadini"

Roma, 05/02/2016 - Un settantenne catanese, come la maggior parte dei pensionati cerca di “arrotondare” attraverso lavoretti occasionali la sua pensione da 1150 euro.  Ma la salute non glielo permette più. Avendo contratto un mutuo ipotecario per l’acquisto della prima casa nel 2008 con una rata da 692 euro mensili e non riuscendo più a…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl