Gestione del diabete 2: l'importanza del self empowerment per l'aderenza terapeutica

Gestione del diabete 2: l'importanza del self empowerment per l'aderenza terapeutica.

Persone Maslow
Argomenti medicina, farmacologia

18/feb/2016 22.48.28 Ciro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La diagnosi di diabete 2 – come per altro anche per altre tipologie della patologia – rappresenta un momento particolarmente complesso per il paziente spesso, nonostante la comunicazione e l’esito dell’iter diagnostico, ancora distante dalle conseguenze che tale sindrome può vantare sulle proprie abitudini quotidiane andando ad intaccare la scala dei valori rappresentati dalla teoria bio-psico-emozionale alla base della moderna scala dei bisogni, derivata dalla medesima del teorico Maslow, su cui si fonderà poi l’intervento clinico ed educativo da parte dell’equipè multidisciplinare rivolto non solo a fornire un trattamento clinico quanto soprattutto evitare che la sindrome possa generare un distacco dall’integrazione societaria generando un decadimento psico-fisico pericoloso nel lungo termine come le moderne evidenze scientifiche confermano.

Uno dei processi del trattamento diabetico, a causa anche e soprattutto dell’importanza assunta dalla sola terapia farmacologica, si fonda proprio sull’educazione sanitaria da poter strutturare sul singolo individuo andando ad ispezionare lo stile di vita, alimentare ed abitudinario tramite un processo anamnestico capace di fornire una visione a 360° sui fattori esterni, sociali e non, che agiranno sul sistema “individuo” permettendo agli operatori sanitari di poter effettuare una prevenzione con ampi benefici sia nell’immediato che nel lungo termine evitando complicanze sia acute che croniche.

In particolare per il diabete 2, nel quale l’assenza di una marcata insulino-dipendenza tende non solo a ritardare spesso la diagnosi quanto anche distorcere la percezione della medesima patologia, l’aderenza terapeutica può rappresentare spesso l’arma più efficace per tenere sotto controllo qualsiasi aspetto correlato alla sindrome, il tutto strutturando l’educazione sanitaria su alcuni elementi cardine quali il patient empowerment ed un corretto self management capaci nel loro insieme di semplificare il monitoraggio diabetico e della glicemia facilitando l’integrazione terapeutica nelle attività quotidiane.

Per finalizzare tale obiettivo è importante strutturare un percorso terapeutico completo ed conseguenziale per il diabete 2, più che invece una serie d’atti singoli e non connessi tra loro, offrendo al paziente gli strumenti per fronteggiare la situazione conoscendo anticipatamente i rischi anticipatamente e soprattutto gli indicatori per inquadrare in via autonoma la propria situazione nel corso del tempo conseguendo la piena gestione della glicemia attraverso una skill nota come auto-controllo glicemico: per tale ragione, specialmente durante i primi passaggi, più che limitarsi alla sola definizione della terapia farmacologica con la definizione dei farmaci ipoglicemizzanti d’assumere, i presidi da sfruttare, la periodicità d’assunzione e le modalità ad essa correlata, è primario coinvolgere ed esser coinvolti all’interno nella pianificazione tipica trasformando il soggetto in un case manager autonomo.

 

Tale processo, partendo dalla comprensione patologica, la negoziazione del piano di cura diabete 2 l’impegno di promozione di salute con attività che non ledano chiaramente la quotidianità del vissuto giornaliero, possono stimolare il soggetto a divenire maggiormente consapevole imponendosi come un self care giver per il monitoraggio dei parametri glicemici, l’esecuzione di una corretta somministrazione ed il timing dell’attività fisica (da coordinare sempre e chiaramente con l’assimilazione calorica e lo stato glicemico al fine d’evitare pericolosi scompensi indesiderati) e così il conseguimento di una corretta adesione terapeutica alla base di qualsiasi atto di prevenzione e cura rispetto tale sindrome. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl