Prepararsi alla risonanza magnetica: i consigli del Poliambulatorio Dalla Rosa Prati di Parma

07/mar/2016 12.09.38 Zenzero Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Logo del Poliambulatorio Dalla Rosa Prati di ParmaParma, 07/03/2016 – Nell’ambito della diagnostica per immagini uno degli esami con cui i pazienti hanno più familiarità, almeno di nome, è la risonanza magnetica nucleare (RMN). Ma all’atto pratico, come viene effettuato questo esame? Ci sono rischi per la persona che vi si sottopone? E ancora, come prepararsi al meglio al suo svolgimento?

Il Poliambulatorio Dalla Rosa Prati è un autorevole punto di riferimento a Parma per l’effettuazione di questi esami, disponibili secondo tre diverse modalità: la risonanza magnetica “generale”, quella cardiaca (cardio-RM) e la risonanza magnetica ad alto campo (1.5 T) specifica per le articolazioni.

Tutti questi esami sono accomunati dall’impiego di campi magnetici che, mediante l’ausilio di computer, restituiscono immagini dettagliate e 3D della parte del corpo oggetto di indagine, con particolare riferimento ai tessuti molli (es. muscoli, organi, legamenti, sistema vascolare…) e in modo assolutamente indolore e non invasivo. Essendo basata su campi magnetici, e non su radiazioni ionizzanti, la risonanza magnetica non comporta alcun rischio per la salute del paziente e può essere effettuata ripetutamente nel tempo, anche nei bambini.

Per quanto riguarda la preparazione all’esame, il Poliambulatorio Dalla Rosa Prati ricorda che occorre attenersi strettamente alle indicazioni del medico prescrivente. Di norma non bisogna osservare alcun accorgimento prima dell’esame; solo in alcuni casi è richiesta la somministrazione preventiva di un mezzo di contrasto.

Una volta arrivato presso la struttura sanitaria, il paziente dovrà rimanere con la sola biancheria intima e indossare un camice fornito dal personale; gli verrà chiesto inoltre di togliere tutti gli oggetti estranei al corpo (es. gioielli, apparecchi acustici, protesi dentali mobili, piercing, protesi articolari…) poiché essi potrebbero interferire coi campi magnetici. L’eventuale presenza di pacemaker, apparecchi dentali o acustici fissi, piastre metalliche per la ricomposizione di fratture ossee, clip vascolari e altri corpi estranei non rimovibili deve essere comunicata al personale prima dell’esame.

Per quanto riguarda la risonanza magnetica “classica” il paziente verrà fatto accomodare su un lettino che poi entrerà all’interno di un macchinario dalla forma a tunnel. Per ogni evenienza il paziente ha a sua disposizione un dispositivo con cui allertare il personale nel caso volesse interrompere l’esame, ad esempio per problemi di claustrofobia. Si ricorda che presso il Poliambulatorio Dalla Rosa Prati di Parma è a disposizione anche un macchinario alternativo, impiegato per le risonanze articolari, in cui il paziente si siede comodamente su una poltroncina.

Nel corso dell’esame vero e proprio il paziente sentirà dei forti rumori ritmici (per questo motivo gli vengono forniti tappi e/o cuffie per migliorare il comfort durante lo svolgimento della RMN): si tratta di una procedura del tutto normale associata all’uso dei magneti. Occorre infine rimanere calmi, rilassati e perfettamente immobili durante lo svolgimento di tutto l’esame sino a quando il personale non annuncerà la fine della procedura di acquisizione.  

 

Per maggiori informazioni:  

Poliambulatorio Dalla Rosa Prati – Centro Diagnostico Europeo

Via Emilia Ovest, 12/A – 43126 Parma
Tel.: 0521 29.81
Fax: 0521 99.42.04
E-mail: info@poliambulatoriodallarosaprati.it
P. IVA: 01711890341

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl