IDRECO, PRIMI NEL MONDO CON ENEL E HYUNDAI

IDRECO, PRIMI NEL MONDO CON ENEL E HYUNDAI IDRECO, PRIMI NEL MONDO CON ENEL E HYUNDAI Il Gruppo leaderin impianti di trattamento acque e gas si impone sulla concorrenzainternazionale e, dopo il prestigioso incarico libico da 60 milioni di Euro,acquisisce nuove commesse per oltre 27 milioni di Euro.

15/mag/2007 14.20.00 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

IDRECO, PRIMI NEL MONDO CON ENEL E HYUNDAI

Il Gruppo leaderin impianti di trattamento acque e gas si impone sulla concorrenzainternazionale e, dopo il prestigioso incarico libico da 60 milioni di Euro,acquisisce nuove commesse per oltre 27 milioni di Euro.

 

PAVIA– Nuovi successi internazionali per IdrecoSpA che, con l’acquisizione di altri prestigiosi contratti eclienti, conferma la sua posizione di preminenza nel settore della progettazione e realizzazione di impianti per iltrattamento delle acque e dei gas. Dopo l’incarico in Libia60 milioni di Euro per trasformare un deserto grande piùdell’Italia in un’area verde – che l’ha reso assolutoprotagonista sullo scenario mondiale, il Gruppo è riuscito ancora una volta adavere la meglio sui più qualificati e potenti competitor del settore,aggiudicandosi tra le altre due commesse daEnel e Hyundai del valore complessivo di oltre 27 milioni.

 

Inuna centrale termoelettrica Enel da 350 MW situata a Ponte Nuevo, in Spagna,Idreco realizzerà un impianto di desolforazione per la depurazione dei gas dicombustione del carbone.  «Un incarico da oltre 20 milioni–spiega il presidente Paolo Stafforiniche abbiamo conquistato battendo con le nostreesclusive tecnologie colossi del calibro di Alstom (Francia), Babcock-Borsig(Germania), Mitsubishi e Itachi (Giappone)

 

Idrecodispone infatti di una sua importante e qualificata tecnologia per la rimozionedello zolfo dai gas generati dalla combustione del carbone, il più economico etra i principali combustibili utilizzati per la produzione di energia. Idreco èl’unica società italiana che possiede questo know-how ed è tra le pocheal mondo in grado di operare in modo qualificato in questo campo. Impianti didesolforazione progettati e costruiti da Idreco sono operativi in Italia,Thailandia, Repubblica Ceca, Cina, mentre un altro impianto, oltre a quellospagnolo, verrà a breve realizzato dal Gruppo lombardo in Romania.

 

OggiIdreco, dopo la commessa Enel, si ritrova spianata la strada che conduce ad altrianaloghi successi. Nei prossimi anni infatti in Europa si terranno molte gareper assegnare la realizzazione di numerosi impianti di desolforazione, allequali Idreco parteciperà in pole position. In ballo ci sono commesse conimporti variabili tra i 50 e i 200 milioni.Attualmente Idreco ha offerte presentate(o in corso di preparazione) per 350 milioni indiversi paesi, tra cui Italia, Romania, Scozia, Gran Bretagna, Israele e Turchia.

 

Intantosignificative conferme arrivano anche da altri settori. Idreco ha sottoscrittoun accordo con la multinazionale coreana Hyundaiper la costruzione di un impianto ditrattamento acque in Kuwait. Stafforini:«Si tratta di una prima commessa da più di 7 milioni di Euro che rientranell’ambito di un più vasto incarico da 500 milioni, assegnatodall’Ente Nazionale Petrolifero del Kuwait a Hyundai. Il nostro impiantotrasformerà l’acqua di mare in acqua dolce, sfruttando la tecnologia diosmosi inversa: un procedimento in cui siamo tra i massimi esperti nel mondo,il che ci ha consentito di battere ancora una volta i big del settore

 

Questonuovo incarico segna l’ingresso di Idreco nel ristretto novero deifornitori di Hyundai, struttura sovranazionale capace di realizzare opereingegneristiche complete, richieste in ogni parte del mondo; quindi,potenzialmente, inesauribile fonte di lavoro per Idreco. «Hyundai ha in programma molti altri impianti similida realizzare, con ulteriori future ricadute per il nostro Gruppo. Il rapportoprivilegiato che abbiamo instaurato con questo primo ordine pilota, ci ha giàconsentito di predisporre offerte per altri progetti gestiti da Hyundai. Da ciòsi potrà sviluppare un giro d’affarimultimilionario, e dunque per noi un importante aumento delfatturato.»

 

IlGruppo Idreco  – che ha la sua sede centrale a Voghera, ma uffici dirappresentanza sparsi in tutto il mondo – impiega circa 100 addetti, e detiene un portafoglio ordini di oltre 100 milioni di Euro da sviluppare neiprossimi tre anni. Grazie anche alle nuove commesse Enel e Hyundai e a quellein corso di acquisizione, dalle ricadute economiche pluriennali, i suoi verticicalcolano che nel 2007 il fatturato supererà quota100 milioni, con un ulteriore aumento del 20% entro la fine del 2008.

 

(Mario Pinzi)

 

Per informazioni: Dr.  Paolo Stafforini,tel. 0383/3371.

*************************************************

PRSConsulting Group

Via SanFelice, 98

40122Bologna

Tel.051/52.24.40

Fax051/55.38.57

mailto:prs@prs.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl