Azienda vinicola Ruffino ottiene certificazioni BRC e IFS

Azienda vinicola Ruffino ottiene certificazioni BRC e IFS Comunicato stampa I vini Ruffino offrono una garanzia di qualità e sicurezza in più con le certificazioni BRC e IFS La nota azienda toscana, "ambasciatrice" del vino italiano nel mondo, ha ottenuto dall'ente internazionale DNV le certificazioni secondo gli standard internazionali per la sicurezza degli alimenti nella Grande Distribuzione Organizzata Pontassieve (FI), 30 agosto 2007 - Ruffino, la prestigiosa azienda vinicola toscana attiva nel settore da ormai centotrent'anni, ha ottenuto le certificazioni British Retail Consortium (BRC) e International Food Standard (IFS), gli standard sviluppati dalla Grande Distribuzione Organizzata (GDO) europea per qualificare i propri fornitori secondo i requisiti di qualità, sicurezza e conformità alle norme che regolano il settore agroalimentare.

Allegati

30/ago/2007 18.30.00 M&CM Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

                                                                                                          Comunicato stampa

 

I vini Ruffino offrono una garanzia di qualità e sicurezza in più con le certificazioni BRC e IFS

 

La nota azienda toscana, ”ambasciatrice” del vino italiano nel mondo, ha ottenuto dall’ente internazionale DNV le certificazioni secondo gli standard internazionali per la sicurezza degli alimenti nella Grande Distribuzione Organizzata

 

 

Pontassieve (FI), 30 agosto 2007 - Ruffino, la prestigiosa azienda vinicola toscana attiva nel settore da ormai centotrent’anni, ha ottenuto le certificazioni British Retail Consortium (BRC) e International Food Standard (IFS), gli standard sviluppati dalla Grande Distribuzione Organizzata (GDO) europea per qualificare i propri fornitori secondo i requisiti di qualità, sicurezza e conformità alle norme che regolano il settore agroalimentare. Le certificazioni sono state rilasciate da DNV (Det Norske Veritas) - ente internazionale leader nel settore - che, in particolare, ha verificato la conformità agli standard BRC e IFS dei processi aziendali di lavorazione, affinamento e imbottigliamento del vino.

 

Il risultato raggiunto è in totale sintonia con la missione di Ruffino che, fin dal 1877, ha come obiettivo produrre vini di alta qualità, distribuiti capillarmente a livello globale. Questa filosofia, unita al desiderio di diffondere nel mondo i valori della terra toscana, ha segnato il successo dell’azienda, contribuendo alla creazione della prestigiosa immagine di cui gode l'enologia italiana sul palcoscenico internazionale odierno.

 

 “L’adesione agli standard BRC e IFS è la naturale evoluzione della politica aziendale di Ruffino tesa a garantire ai consumatori la sicurezza e la qualità dei propri prodotti” - ha commentato Angelo Biggioggero, Responsabile Qualità di Ruffino - “Non proponendo prodotti a marchio GDO, l’azienda non era tenuta a ottenere questo tipo di certificazione. La decisione di intraprendere questo percorso nasce quindi dalla ferma volontà di adottare uno strumento che ci permetta di soddisfare al meglio le esigenze dei clienti, confermandoci come azienda produttrice di vini di alta qualità, rispettata per la sua affidabilità e attenzione nei riguardi del consumatore”, continua Biggioggero.

 

Il conseguimento della certificazioni BRC e IFS dimostra che Ruffino dispone di un sistema di gestione che consente di controllare il rispetto dei requisiti di qualità, sicurezza e di conformità legale che regolano il settore agroalimentare, con riferimento specifico alle leggi in vigore nei Paesi di destinazione dei prodotti finiti.

 

Gli standard BRC e IFS

BRC (British Retail Consortium) e IFS International Food Standard sono standard specifici promossi dalla GDO, finalizzati a garantire  la conformità dei fornitori e dimostrare la capacità dei rivenditori nell’assicurare la qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari. I requisiti imposti da questi standard fanno riferimento ai sistemi di gestione qualità, alla metodologia HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) e al Factory Environmental, un insieme di requisiti GMP (Good Manufacturing Practice) e GHP (Good Hygiene Practice).

BRC è stato sviluppato dal "British Retail Consortium", l'organismo che rappresenta tutti i maggiori retailer britannici,  per aiutare i retailer a soddisfare pienamente i loro obblighi legali e a proteggere il consumatore fornendo una base comune per la verifica di tutte le aziende che forniscono i retailer con prodotti a marchio.

Mentre IFS è stato emesso dall’Unione Federale delle Associazioni del Commercio Tedesche (BDH) in risposta all'esigenza della GDO tedesca di verificare i fornitori di prodotti alimentari a marchio. In seguito lo standard IFS è stato adottato anche dall’associazione francese FDC (Fédération du Commerce et de la Distribution).

 

Ruffino è una delle più importanti aziende vinicole italiane. Fondata nel 1877 a Pontassieve, un piccolo paese alle porte di Firenze, è oggi composta da sette tenute situate nelle principali denominazioni in Toscana (Poggio Casciano nei Colli Fiorentini, Montemasso, Gretole e Santedame nel Chianti Classico, La Solatia nei Colli Senesi, Lodola Nuova a Montepulciano e Greppone Mazzi a Montalcino) e una in Friuli (a Farra d’Isonzo, fra le doc Collio e Isonzo), per circa 600 ettari complessivi vitati con le principali varietà tradizionali e internazionali.

Nella sua vasta gamma di vini Ruffino offre oltre cinquanta differenti etichette - vini che vengono ogni anno degustati e apprezzati nelle più differenti occasioni in 85 paesi in tutto il mondo.

All’interno di questo differenziato portfolio, si trovano prodotti storici per l’enologia italiana, come la Riserva Ducale, un Chianti Classico Riserva in produzione dal 1927, il Chianti Ruffino, uno dei Chianti più noti in commercio e il Libaio, uno Chardonnay fruttato e fragrante, considerato per sette annate consecutive da Wine Spectator il bianco italiano con il miglior rapporto qualità prezzo. Questi vini si affiancano ai cosiddetti vini di tenuta, dal Brunello di Montalcino al Vino Nobile dal Montepulciano al Chianti Classico, a completare un’offerta qualitativa e quantitativa di primissimo ordine.

 

DNV (Det Norske Veritas) è una fondazione internazionale indipendente con sede a Oslo. Dal 1864 opera per la “salvaguardia della vita, della proprietà e dell’ambiente”, mettendo a disposizione dei clienti la propria esperienza e le proprie competenze nella gestione dei rischi nei più diversi settori di attività. Presente in 100 Paesi con 300 sedi e 7000 dipendenti, DNV è uno dei principali organismi di certificazione a livello mondiale: con oltre 65.000 certificazioni e un fatturato che nel 2006 è stato pari a 912 milioni di Euro.

DNV opera in Italia dal 1962 ed è presente su tutto il territorio nazionale con 10 sedi operative e oltre 200 dipendenti. DNV è leader nel mercato italiano della certificazione con oltre 16.000 imprese certificate: è al primo posto nella certificazione sia dei Sistemi di Gestione Qualità (ISO 9000) con un market share del 17% sia dei Sistemi di Gestione Ambientale (ISO 14000) con il 27% del mercato. I ricavi totali nel 2006 hanno raggiunto i 40 milioni di euro, di cui il 3,7%, è stato investito nella formazione delle risorse umane.

Per maggiori informazioni: www.dnv.it

 

Contatti DNV:

Camilla Campora - Det Norske Veritas - Tel. 039 68 999 05 - E-mail: camilla.campora@dnv.com        

Federica Beretta - M&CM S.r.l. - Tel. 02 68821619 - E-mail: f.beretta@mecm.it     
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl