Roberto Casula: carriera del manager di Eni

22/giu/2017 13:41:13 newsrconline Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Roberto Casula, dopo aver conseguito la Laurea in Ingegneria Mineraria, avvia il proprio percorso professionale all'interno di Eni. Oggi riveste la posizione di Chief Development, Operations & Technology Officer, rispondendo direttamente all'Amministratore Delegato del gruppo.

Roberto Casula, Chief Development, Operations & Technology Officer di Eni

Roberto Casula: l'inizio della carriera

Roberto Casula nasce nel 1962 a Cagliari, città dove, presso l'Università degli Studi, consegue la Laurea in Ingegneria Mineraria nel 1988. Una volta abilitato a esercitare la professione di Ingegnere, inizia a collaborare con Agip S.p.A., in qualità di Reservoir Engineer (ingegnere di giacimento); posizione che lo vede impegnato nel production test del well logging (acquisizione di dati sui pozzi) e in seguito nel reservoir modelling presso Beicip - Franlab a Sophia Antipolis (Antibes, Francia), dove gestisce la supervisione della modellizzazione numerica del comportamento dinamico dei giacimenti di idrocarburi. Nel 1992 si trasferisce a Luanda, dove per la consociata Agip Angola Ltd, riveste la carica di Reservoir Engineer e Petroleum Engineer. Nel 1994 viene poi nominato Chief Development Engineer. Nel 1997 Roberto Casula fa rientro in Italia per svolgere la funzione di Development and Production Coordinator di Eni S.p.A. presso gli uffici di San Donato Milanese (MI): qui si occupa della gestione del coordinamento delle mansioni operative e del business dei Paesi dell'Africa Occidentale e delle aree Centro-Asiatiche. Successivamente assume la carica di Department Manager (Responsabile dei Servizi Tecnici di Progetto), assumendo responsabilità estese alle operazioni condotte sul territorio iraniano.

Carriera manageriale di Roberto Casula

Nel 2001 Roberto Casula entra a far parte della dirigenza del Gruppo Eni con il ruolo di Project Director per ciò che riguarda le attività in corso a Tehran relative alle fasi 4-5 del progetto Giant South Pars Gas. Nel 2004 Eni Mediterranea Idrocarburi S.p.A., controllata del Gruppo, lo elegge Managing Director, incaricandolo della supervisione delle principali attività della società relative all'esplorazione e alla produzione in territorio siciliano. Nel 2005 ricopre il medesimo ruolo in Eni Nord Africa BV, presso la sede di Tripoli (Libia), dove si occupa dell'intera direzione delle operazioni. Nel 2007 torna nuovamente in Italia ed èinsignito della carica di Senior Vice President della Regione Sub-Sahariana, area dove si trasferirà l'anno seguente per gestire la sede di Abuja (Nigeria) e, in qualità di Presidente, altre tre consociate: N.A.E. Ltd, N.A.O.C. Ltd e A.E.N.R. Ltd. Nel 2011 riveste la posizione di Executive Vice President dell'area africana e mediorientale, avendo così occasione di relazionarsi con le più alte autorità dei Paesi del territorio (Egitto, Angola, Algeria, Congo, Libia, Kenya, Mozambico, Gabon, Sud Africa) e di interloquire con prestigiose società americane ed europee del settore. A partire dal 2014 Roberto Casula ricopre il ruolo di Chief Development, Operations & Technology Officer per Eni S.p.A., dove, rispondendo direttamente all'Amministratore Delegato, è responsabile per l'Italia di tutte le attività tecnico-operative, di Ricerca e Sviluppo e di progetto condotte dalla Nuova Direzione Tecnica.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl