Privacy - Attività di controllo da parte del Garante

Privacy - Attività di controllo da parte del Garante Attività di controllo da parte del Garante Gentile Utente, La informiamo che prosegue l'attività di controllo attivata dal Garante attraverso nuclei specializzati della Guardia di Finanza (Nucleo Speciale Funzione Pubblica e Privacy ed i Nuclei Territoriali Competenti).

14/gen/2008 13.08.00 Studio Service di G.Bertollini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Attività di controllo da parte del Garante

Gentile Utente,

La informiamo che prosegue l'attività di controllo attivata dal Garante attraverso nuclei specializzati della Guardia di Finanza (Nucleo Speciale Funzione Pubblica e Privacy ed i Nuclei Territoriali Competenti).

L'attività ispettiva condotta dall'Autorità avviene attraverso:
  • accessi, ispezioni e verifiche nei luoghi ove si svolge il trattamento;
  • attività per l'accertamento delle violazioni di natura penale o amministrativa;
  • contestazione delle sanzioni amministrative rilevate nell'ambito delle attività delegate;
  • esecuzione di indagini conoscitive sullo stato di attuazione della Legge e segnalazione all'Autorità di tutte le situazioni rilevanti ai fini dell'applicazione del codice.

Con la firma del recente Protocollo di Intesa, la Guardia di Finanza conferma di essere il principale interlocutore istituzionale dell'Autorità in materia di accertamento delle violazioni alla normativa sui dati personali.

Il D.Lgs. 196/03 prevede che ogni anno, entro il 31 marzo, si provveda ad aggiornare la documentazione e le misure di sicurezza, secondo quanto previsto dal Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza (Allegato B).

La mancata regolarizzazione della propria posizione, sia documentale che operativa, comporta la violazione degli artt. 169 e 170 del Cod. sul Trattamento dei dati personali con ammende pecuniarie sino a 50.000 euro, ma anche pene detentive da tre mesi a due anni in capo agli amministratori ed ai responsabili. Ulteriori sanzioni contestabili rilevano per l'assenza delle informative privacy (art.161) con ammende da 3.000 a 18.000 euro, oppure per il trattamento illecito di dati personali (art.167), che prevede la reclusione da 6 mesi a 3 anni.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento telefonare allo 06.3972.1551 o spedire una e-mail all'indirizzo info@studioservice.com .

Cordiali saluti

Studio Service di G. Bertollini


 

  
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl