Outdoor Training

19/mar/2008 12.49.00 Ale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’outdoor training (formazione outdoor aziendale) permette di riscoprire il valore formativo delle attività all'aria aperta non solo per il fisico, ma anche per la mente e per il carattere.

 

L’outdoor training è la più antica delle metodologie di formazione esperienziale; nasce infatti intorno agli anni ‘40 ad opera del pedagogista tedesco Kurt Hahn, il quale fonda la prima "Scuola di formazione del carattere" in Galles, finalizzata ad operazioni di salvataggio in mare e rivolta ai giovani dell'aristocrazia inglese per svilupparne un carattere forte ed eticamente corretto (oggi, si direbbe per farne dei leader!). Questa metodologia ha avuto bisogno di espatriare in America, di essere lì utilizzata e sperimentata, di ottenere risultati chiari ed indiscussi, guadagnandosi un riconoscimento tra i metodi didattici adoperati dalla formazione aziendale americana, prima di poter attecchire anche in Europa e, quindi, in Italia. Nel lungo cammino di 60 anni, essa si è andata arricchendo dei contributi che psicologi e studiosi di experential learning.

L’outdoor training permette di riscoprire il valore formativo delle attività all'aria aperta non solo per il fisico, ma anche per la mente e per il carattere. Le attività possono esaltare di volta in volta lo spirito di squadra, il rispetto delle regole, la gestione del tempo, la tenacia oppure lo sviluppo di capacità individuali e sono utilizzate per allenare individui e gruppi a gestire problemi o situazioni complesse.

Fattori fondamentali nell’outdoor sono:

 

 

- il contesto naturale, importantissimo per facilitare la libera espressione;

- la destrutturazione (durante lo svolgimento delle attività) di ruoli, sistemi gerarchici e competenze aziendali;

- il coinvolgimento di tutti e cinque i sensi durante le attività;

- l’aspetto ludico come componente fondamentale per l’apprendimento.

 

Lo svolgimento di tutte le attività implica un coinvolgimento attivo e multisensoriale dei partecipanti, ovvero risulterà indispensabile sviluppare le proprie capacità in termini di: flessibilità, gestione del cambiamento e dell'incertezza, creatività nelle risposte al cambiamento, lavoro di squadra per il raggiungimento di obiettivi comuni ed assunzione di rischi calcolati; tutti attributi che richiedono una forte collaborazione ed integrazione tra i partecipanti. Inoltre, ogni partecipante viene stimolato ad apportare il suo contributo in maniera attiva.

La formazione aziendale outdoor si può svolgere con strutture mobili che vengono portate dal fornitore sul posto oppure con l’ausilio di strutture fisse.

 

Come nella maggior parte delle metodologie esperienziali, anche nell’outdoor training risulta fondamentale la fase di debrief, ovvero il confronto post esperienza tra tutti i partecipanti.

In tale fase il gruppo, guidato da un trainer, analizza tutto ciò che è emerso durante l’attività al fine di individuare aree ed azioni di miglioramento nelle dinamiche così rilevate.

A tale fase si dedicheranno più o meno energie rispettivamente, se si vorrà insistere sulla componente formativa dell’intervento, oppure sulla componente di incentivazione, oppure ancora si potrà ricercare un equilibrio ottimale tra le due.


Looking for last minute shopping deals? Find them fast with Yahoo! Search.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl