Stress da lavoro: quasi la metà degli italiani ne soffre

16/lug/2020 08:47:41 ComunicatiStampa.net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 
ComunicatiStampa.net
 
 

Stress da lavoro: quasi la metà degli italiani ne soffre

Quasi 3 lavoratori su 4 è colpito da stress sul lavoro: essenziale per le aziende, al momento della selezione, capire se il candidato è capace a gestire lo stress

Milano, 16 luglio 2020 �“ Lo stress dal lavoro non è certo una novità. I dati però ci dimostrano da una parte che questo fenomeno è in aumento, e dall’altra che può portare a conseguenze molto gravi. Non è un caso se, dopo decenni di studi, l’OMS ha deciso di riconoscere come una vera e propria sindrome l’overdose da stress, quella che più precisamente viene indicata come “burn out“.

E se i lavoratori italiani erano stressati nella “normalità” degli anni scorsi, il 2020, con tanto di pandemia globale, non ha certo ridotto la mole di ansia e di preoccupazioni. Anzi: guardando allo studioThe Workforce View 2020 �“ Volume Uno” realizzato da ADP, multinazionale leader nella realizzazione di software per la gestione delle risorse umane, emergono dati poco incoraggianti.

La ricerca è stata fatta intervistando 32.500 lavoratori in tutto il mondo, dei quali 2.000 in Italia. Si scopre così che il 43% dei lavoratori afferma di vivere una situazione di stress almeno una volta alla settimana, mentre il 25% degli intervistati si sente stressato quotidianamente. Di contro, solamente il 12% dichiara di non sentirsi mai stressato.

Sono tante le conseguenze negative di questo stress eccessivo. Se infatti da una parte c’è quello che viene definito stress positivo, di breve durata e saltuario, che si traduce in una stimolazione fisiologica e mentale per migliorare le proprie performance, dall’altra c’è quello decisamente negativo, che porta a un alto livello di tensione per lunghi periodo di tempo, conducendo prima all’affaticamento, poi all’esaurimento.

E lo stress eccessivo mina la salute dei lavoratori, il loro benessere, e di conseguenza anche il benessere delle aziende. Anche per questo, come spiegano ad ADP, dovrebbero essere le aziende stesse ad alleviare l’onere nei confronti dei lavoratori maggiormente stressati.

Risolvere queste situazioni non è certamente facile. Indubbiamente, sarebbe meglio prevenirle, lavorando in tal senso già al momento della selezione del personale.

«Esistono ruoli che, per loro stessa natura, sono maggiormente esposti ad alti livelli di stress» spiega Carola Adami, head hunter e CEO della società milanese di selezione del personale Adami & Associati.

«Mi riferisco per esempio a chi lavora abitualmente in modalità multitasking, a chi lavora a stretto contatto con il pubblico, nonché a chi lavora in settori dove il livello di incertezza è molto alto. Il manager d’azienda, l’organizzatore di eventi, l’avvocato, il barista, il medico, l’assicuratore: questi sono solamente alcuni dei lavori che si distinguono per l’alto livello di stress», continua l’head hunter milanese.

Nel momento in cui si ricerca un nuovo lavoratore per ricoprire uno di questi ruoli diventa quindi importante, per il bene dell’azienda nonché per il bene del candidato, capire se chi ci si trova davanti potrà essere in grado di gestire lo stress.

«Durante i colloqui di selezione è importante capire come reagisce il candidato sotto stress. Per farlo ci sono diverse tecniche, come per esempio presentare delle domande in modo incalzante, decidere a metà colloquio di passare all’inglese e così via»  Carola Adami.

In definitiva, è necessario agire su due fronti: da una parte ridurre per quanto possibile le situazioni di stress eccessivo sul lavoro, e dall’altra selezionare con cura il personale, in modo da assegnare a ognuno il ruolo più adatto.

 

Carola Adami, head hunter di Adami & Associati

Carola Adami, head hunter di Adami & Associati

 

 

 

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
WikiPoesia: Poeti e organizzatori di premi di poesia chiamati a sognare il futuro

WikiPoesia: Poeti e organizzatori di premi di poesia chiamati a sognare il futuro

Milano, 15 luglio 2020 �“ WikiPoesia, la Wikipedia della poesia, ha convocato un Congresso in versione digitale, per ragioni di sicurezza.

I prossimi 25 e 26 luglio, stante il divieto di assembramenti, centinaia di poeti e organizzatori di premi di poesia si collegheranno su Zoom, e in diretta Facebook, per sognare il futuro della poesia contemporanea.…

Leggi Tutto...
 
 
Fertilità maschile: una dieta ricca di soia altera la qualità degli spermatozoi

Fertilità maschile: una dieta ricca di soia altera la qualità degli spermatozoi

Roma, 15 luglio 2020 �“ Alcuni fattori di rischio potenzialmente impattanti sull’infertilità maschile sono stati identificati da una ricerca ricerca riguardante l’impatto dell’alimentazione sulla fertilità dell’uomo. Mentre diverse diete e gruppi alimentari sono stati associati con sicurezza alla sterilità maschile, le prove che collegano alcuni fattori dietetici, tra cui i fitoestrogeni, alla qualità del…

Leggi Tutto...
 
 
Una via di Torino da intitolare ad Alex Del Piero: la richiesta dell'artista Colline di tristezza

Una via di Torino da intitolare ad Alex Del Piero: la richiesta dell'artista Colline di tristezza

Creare una “Via Del Piero”: è la richiesta del nuovo jingle dell’artista torinese, che propone di dedicare una via della città al grande capitano bianconero.

Torino, 15 luglio 2020 �“ L’artista torinese Colline di tristezza, celebre per le sue proposte ed iniziative (chiamate “Jingle-Petizioni” perché accompagnate da jingle non-cantati con sottotitoli cantabili), in…

Leggi Tutto...
 
 

Allergie: lo star bene parte da un materasso anallergico

Roma, 15 luglio 2020 �“ Chi soffre di allergie sa quanto sia importante la qualità del materasso su cui riposare e come questo possa influenzare l’eventuale comparsa dei sintomi. L’OMS stima che entro il 2025, circa il 50% della popolazione mondiale potrebbe essere affetta da patologie allergiche respiratorie.

Allo stato attuale, circa il 30% della…

 

Fase 3: Il Covid-19 crea precarietà sociale, vittima principale la famiglia

L’emergenza sanitaria sta portando precarietà sociale, mettendo a dura prova i legami familiari

Roma, 14 luglio 2020 �“ L’attuale emergenza sanitaria causata dal Covid-19 ha provocato una precarietà sociale, che sta frenando bruscamente il desiderio di espressione, di soggettività e di avvenire, della maggioranza delle persone. La famiglia, come cellula base della società,…

Beatrice Di Taranto: l’estetica Vip nel cuore di Milano

Milano, 14 luglio 2020 �“ È diventata il punto di riferimento per l’estetica dei Vip nel cuore di Milano. Lei è Beatrice Di Taranto titolare di un centro di estetica avanzata in Corso Buenos Aires, nel cuore di Milano, con una serie di servizi di alta gamma, che sta conquistando numerose personalità dello showbiz.

In…

 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl