ARCESE E IDEAL STANDARD, IL BUSINESS FA STRADA

ARCESE E IDEAL STANDARD, IL BUSINESS FA STRADA ARCESE E IDEAL STANDARD, IL BUSINESS FA STRADA Una commessa da 4 milioni sancisce la partnership tra i leader europei in spedizione merci e logistica (fatturato 869 mln, +29%) e i numero uno dell'arredobagno ARCO (TN), 28 Ottobre 2008 Nuovo prestigioso incarico per il Gruppo Arcese.

28/ott/2008 14.25.00 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ARCESE E IDEAL STANDARD, IL BUSINESS FA STRADA

Una commessa da 4 milioni sancisce la partnership tra i leader europei in spedizione merci e logistica (fatturato 869 mln, +29%) e i numero uno dell’arredobagno

 

ARCO (TN), 28 Ottobre 2008

Nuovo prestigioso incarico per il Gruppo Arcese. Ideal Standard, realtà ai vertici mondiali nell’arredobagno, ha affidato in outsourcing ai leader europei delle spedizioni e della logistica (fatturato aggregato 2007: 869 milioni di euro, +29% sul 2006), la realizzazione del nuovo magazzino centrale Italia. La commessa, del valore di 4 milioni di euro circa, ha comportato la creazione del nuovo Centro Distributivo di Brescia, in cui solo per gli impianti fotovoltaici sono stati impiegati 5 milioni di euro. 

 

Spiega l’amministratore unico Eleuterio Arcese: «Nel nostro settore la dinamicità è tutto: o investiamo in modo continuo e massiccio in strutture, mezzi e formazione del personale, e allora continueremo ad avere successo; oppure siamo destinati a uscire dal mercato. Vie di mezzo non ce ne sono». La strategia aziendale in atto punta sul rafforzamento del trasporto intermodale, sull’internazionalizzazione e sulla diversificazione degli investimenti, «a garanzia dei posti di lavoro, della crescita del Gruppo, del rispetto dell’ambiente e della sicurezza stradale».

 

Per quanto riguarda l’internazionalizzazione, il Gruppo ha appena aperto nuove sedi in Messico, Turchia e Cina: secondo le previsioni del management, ciò dovrebbe tradursi entro il prossimo triennio in un fatturato aggiuntivo del 15%. Il piano 2007/2008 di potenziamento del trasporto combinato ha richiesto 15 milioni per l’acquisto di 550 semirimorchi. E oltre 28 milioni sono andati al rinnovo della flotta stradale: un investimento che ha innalzato al 80% la percentuale di veicoli Euro 5 posseduti da Arcese, in un mercato dove l’80% dei mezzi in circolazione è ancora Euro 2 o Euro 3.

 

Puntualizza Eleuterio Arcese: «Si tratta di 280 mezzi (130 in sostituzione e 150 in aggiunta) dotati dei più efficienti dispositivi antinquinamento e di sicurezza. Minimizzare l’impatto ambientale e il rischio incidenti è tra i nostri obiettivi primari. In quest’ottica investiamo senza risparmio anche nella formazione dei nostri conducenti, a cominciare dai 400 assunti solo nell’ultimo anno».

 

«Sono impegni gravosi, ma che in termini di sicurezza pagano – continua l’amministratore unico. – Basti pensare che nell’ultimo anno 1100 dei nostri mezzi hanno percorso 148 milioni di chilometri (37.000 giri del mondo) senza essere mai coinvolti in infortuni stradali mortali, che nella sola Italia causano 15 decessi al giorno. E per tornare ai “tetti fotovoltaici”, dopo il Centro di Brescia sarà la volta di tutti i futuri poli logistici del Gruppo: una scelta che ci consentirà di produrre energia rinnovabile da immettere in rete e di dare un nostro ulteriore contributo alla tutela ambientale».

 

Il Gruppo Arcese comprende 45 società operanti nei settori trasporti (su gomma, rotaia, nave e aereo), logistica e immobiliare. I dipendenti sono complessivamente 4.551. Il parco automezzi comprende 1.539 trattori e 2.653 semirimorchi. L’area occupata ammonta a oltre 1.851.000 m², 488.000 costituiti da superficie coperta per magazzini e uffici. Nonostante in Italia la situazione per il settore sia particolarmente critica – dati i noti problemi insufficienza infrastrutturale, di farraginosità delle pratiche doganali e di aumenti vertiginosi del gasolio – il Gruppo conta di chiudere il 2008 con un fatturato aggregato di 930 milioni di euro.

 

 

*************************************************

PRS Consulting Group

Via San Felice, 98

40122 Bologna (Italy)

Tel. +39 051 522440

Fax +39 051 553857

mailto: prs@prs.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl