PER HAGER IL SUCCESSO E' AUTOMATICO

E i vertici della multinazionale affidano al presidente Luca Biancolin tutto il Sud-est europeo MILANO, 9 Dicembre 2008 Hager Lume, filiale italiana del Gruppo Hager, imponente realtà franco-tedesca del settore elettrotecnico, punta sulla domotica e vince.

09/dic/2008 14.16.07 PRS INTERNATIONAL Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PER HAGER IL SUCCESSO È AUTOMATICO

La filiale italiana del colosso dell’elettrotecnica punta sulla domotica, mercato da circa 120 milioni, e sigla un +5% nei primi 9 mesi del 2008. E i vertici della multinazionale affidano al presidente Luca Biancolin tutto il Sud-est europeo

 

MILANO, 9 Dicembre 2008

Hager Lume, filiale italiana del Gruppo Hager, imponente realtà franco-tedesca del settore elettrotecnico, punta sulla domotica e vince. Dopo un 2007 da 51,2 milioni di euro (+6%), nei primi 9 mesi del 2008 – grazie anche a importanti commesse nel campo della building automation – ha ottenuto un +5%: un risultato ancora più rilevante perché in controtendenza rispetto all’andamento del mercato di riferimento, complessivamente in calo del 5% circa.

 

Tra le commesse ottenute da Hager, quelle per la fornitura di impianti per la gestione illuminotecnica dei 5 piani dei grandi magazzini Coin di Treviso, degli allarmi tecnici all’IKEA di Ancona, del sistema domotico Tebis e dei quadri elettrici all’interno di Villa Gallarati Scotti di Oreno di Vimercate (MI), gioiello barocco ristrutturato dalla società francese Chateu Formation, che qui realizzerà un “campus” per manager di alto livello. Il valore complessivo degli incarichi conquistati solo negli ultimi 4 mesi, a cui va aggiunta la fornitura dei quadri di distribuzione elettrica alla stazione ferroviaria Porta Nuova di Torino, è di circa 3 milioni di euro.

 

Hager rafforza così la sua posizione in un mercato, quello della domotica, che nel nostro paese vale attualmente sui 120 milioni di euro e che dovrebbe sfiorare quota 400 milioni nel 2010. La lungimiranza e i successi di Hager Italia hanno spinto i vertici del Gruppo ad affidare al presidente e direttore generale Luca Biancolin la responsabilità di tutto il Sud-est europeo, ed ora lo stabilimento di Porcìa (PN) produrrà anche per Croazia, Bosnia Herzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo Macedonia, oltre che perAlbania, Bulgaria e Grecia come è stato fino ad oggi.

 

Commenta Biancolin:  «Siamo particolarmente fieri dell’andamento dello stabilimento di Porcìa, la cui produzione è aumentata di oltre il 10% tra il 2006 e il 2007, e del 15% nei primi 9 mesi di quest’anno rispetto al pari periodo 2007. Con il nuovo impegno di servire anche i mercati del Sud-Est Europa, prevediamo per il 2008/2009 ritmi di crescita almeno in linea con quelli attuali». In quest’ottica Hager intende rafforzare ulteriormente l’area commerciale con investimenti di 2 milioni di euro nel rafforzamento delle filiali interne e nell’assunzione di altri 15 ingegneri, periti e tecnici. 

 

Con i suoi oltre 200 dipendenti e un guadagno medio annuo dell’ordine dei 2 milioni, Hager Italia è una delle realtà trainanti all’interno del Gruppo Hager, colosso del settore con un fatturato da 1 miliardo e 300 milioni di euro, 19 stabilimenti sparsi nel mondo e un export che tocca 50 paesi. Grazie anche alla conquista di quote sempre maggiori nel settore del building automation, i vertici aziendali di Hager Italia prevedono di chiudere l’anno in corso con un consolidato superiore ai 60 milioni di euro.

 

 

*************************************************

PRS Consulting Group

Via San Felice, 98

40122 Bologna (Italy)

Tel. +39 051 522440

Fax +39 051 553857

mailto: prs@prs.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl