Strutture in legno lamellare:5000 elementi per la cupola del Petruzzelli

17/dic/2008 14.11.27 digitalpress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Stratex Spa, azienda di Sutrio (UD) specializzata in strutture in legno lamellare, ha ingegnerizzato e realizzato con 4820 elementi in legno, la controcupola dello storico teatro Petruzzelli di Bariincendiato nel 1991. La copertura lamellare è stata dimensionata per resistere agli incendi senza pericolo di crolli.
 
La cupola del restaurato Teatro Petruzzelli di Bari porta la firma dell’azienda friulana Stratex Spa di Sutrio (Udine) specializzata in strutture in legno lamellare.
Lo storico teatro barese, il quarto teatro più grande d’Italia e uno dei monumenti simbolo della città, torna a vivere dopo il restauro resosi necessario a seguito dell’incendio doloso che lo devastò nella notte tra il 26 e il 27 ottobre del 1991.
Stratex ha ingegnerizzato, realizzato e posto in opera l’immensa controcupola con strutture in legno lamellare che sovrasta la platea del teatro e che costituisce il fulcro architettonico dell’intera copertura. L’opera è stata commissionata a Stratex dalla Società Consortile Ricostruzione Petruzzelli, società appaltante dei lavori consegnati dal Ministero dei Beni Culturali.
La controcupola è un’opera esemplare in termini di convergenza tra architettura e tecnologia industriale dele strutture in legno lamellare. La sua eccezionalità sta infatti nell’aver restituito la perfetta geometria  del progetto con elementi strutturali  curvilinei e con la risoluzione di nodi spaziali fino a 7 aste  convergenti, elemento di grandissimo pregio per un’opera in legno.
Le dimensioni della controcupola sono di circa 40 metri di diametro all’imposta con un’altezza di circa 13 metri ed è costituita da 72 settori circolari e 36 lucernai. La geometria della cupola, che ha una sezione semiellittica, è stata realizzata con l’utilizzo di circa 4.820 elementi di legno, tutti diversi tra loro. Anche la realizzazione della struttura portante è stata seguita da Stratex così come il solaio della platea del teatro, realizzata interamente in legno lamellare, per una superficie di poco più di 350 mq.
In attesa del completamento dei collaudi tecnici prima dell’inaugurazione del teatro, i tecnici della Stratex fanno sapere che le strutture in legno lamellare della controcupola sono state dimensionate per assicurare la massima resistenza al fuoco della cupola esterna in acciaio e per offrire l’adeguato sostegno sia all’impianto dei sistemi di decorazione della copertura sia ai sistemi di calibrazione del rendimento acustico . “Il legno lamellare – spiega l’architetto Alberto La Tegola, consulente di Stratex per il Sud Italia - abbina leggerezza, grande resistenza alla flessione e trazione, alta stabilità dimensionale al variare della temperatura e quindi ottimo comportamento al fuoco lasciando nel contempo libertà al progettista di svincolarsi dai rigidi schemi di prefabbricazione tipici degli altri materiali ”.  Questa caratteristica è dovuta al fatto che le strutture in legno lamellare, correttamente dimensionate, si consumano lentamente e senza snervamenti ad alta temperatura, permettendo così, diversamente da altri materiali, ampi margini di intervento anche dall’interno dell’edificio, senza paura di crolli improvvisi.
Anche i tempi di realizzazione sono stati eccezionali: la redazione del progetto costruttivo è iniziata nel mese di ottobre 2007 ed è terminata nel mese di novembre. La prefabbricazione degli elementi strutturali, avvenuta interamente negli stabilimenti dell’azienda a Sutrio, nel cuore della Carnia, ha richiesto 20 giorni di  produzione in fabbrica. I lavori di montaggio in cantiere hanno richiesto circa 2000 ore di manodopera specializzata e si sono conclusi nei primi giorni di gennaio 2008.
I tecnici, ingegneri ed architetti della Stratex, hanno redatto il progetto costruttivo dell’opera sulla base del progetto esecutivo fornito dall’impresa.
Particolare attenzione è stata dedicata alla verifica preventiva di trasportabilità degli elementi all’interno del cantiere, dal momento che tutti i componenti potevano portarsi a piè d’opera solo attraverso gli oblò esistenti sulla copertura del teatro, senza l’ausilio di mezzi meccanici.
Per Stratex si tratta di una commessa molto importante in termini di prestigio alla quale si è aggiunto recentemente un altro importante appalto nel Sud Italia: la costruzione delle strutture in legno lamellare della platea del teatro San Carlo di Napoli.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl