EUTELIA dismette le attività IT >>Intervenite in difesa dei lavoratori

EUTELIA dismette le attività IT Intervenite in difesa dei lavoratori Si è concluso ieri l'incontro con le OO.SS. dove l'Azienda ha annunciato di dismettere le attività di IT e mettere in mobilità 2400 persone (stranamente solo quelli della ex-Olivetti ed Ex Bull acquistate complessivamente per 2 € - 2 euro) dopo la concessione del Contratto di Solidarietà per circa 2200 dipendenti E' incredibile questa decisione dopo che Eutelia ha stipulato il contratto per la informatizzazione degli 11.000 portalettere di Poste Italiane e numerosi contratti regionali tra cui, parrebbe dalle notizie sui media, anche con la Regione Campania.

09/gen/2009 08.57.10 Lavoratori Getronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Si è concluso ieri  l'incontro con le OO.SS . dove l'Azienda ha annunciato di dismettere le attività di IT e mettere in mobilità 2400 persone ( stranamente solo quelli della ex-Olivetti ed Ex Bull acquistate complessivamente per 2 € - 2 euro )  dopo la concessione  del Contratto di Solidarietà per circa 2200 dipendenti
E' incredibile questa decisione dopo che Eutelia ha stipulato il contratto per la informatizzazione degli 11.000 portalettere di Poste Italiane e numerosi contratti regionali tra cui, parrebbe dalle notizie sui media, anche con la Regione Campania.
Ora vi chiediamo di non lasciarci soli; finora il CdS  ha ammorbidito le ripercussioni economiche sui lavoratori con una ripartizione delle perdite economiche procapite di circa il 15% ma la chiusura della sede di Napoli e la CIGS è una mazzata inesorabile per i lavoratori.
Si ricorda che il Piano Industriale prevede per il 2008 ricavi per 475 mln di euro e un EBITDA di 10 mln di euro; per il 2009 ricavi per 516 mln di euro e un EBITDA di 52 mln di euro; per il 2010 ricavi per 551 mln di euro e un EBITDA di 55 mln di euro. Per supportare lo sviluppo, gli investimenti previsti nel triennio 2008-2010 ammontano a 60 mln di euro

La attuale proprietà (la Famiglia Landi)  ha sbagliato ad abbandonare il WiMax.
La attuale proprietà  ha sbagliato ad investire ( e male)  "SOLO" in Polonia.
La attuale proprietà  ha sbagliato a sottovalutare gli aiuti offerti dalle Regioni
La attuale proprietà  ha sbagliato ad abbandonare la PA
La attuale proprietà  ha sbagliato nel non investire in Italia, sia in TLC che IT
In questo momento delicato quindi le Istituzioni non possono e non devono abbandonare questa importante realtà industriale e devono assumere una funzione propositiva, catalizzatrice e di "spinta economica" per il rilancio dell'Azienda.
I lavoratori ancora una volta si sono caricati sulle spalle il peso economico ,psicologico e sociale di una crisi da loro subita e certamente non causata.
Non lasciateci soli ancora una volta.
Chiediamo alle istituzione regionali ed al MSE di intervenire in questo nuovo caso di rampantismo manageriale che vede ancora una volta la vessazione e lo sfruttamento di migliaia di lavoratori
 
I LAVORATORI EUTELIA/EUNICS di Napoli




Scopri le novità di Spaces! Blog, foto, amici… e molto altro!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl