Eutelia: da Bolzano a Cosenza per difendere il lavoro

Eutelia: da Bolzano a Cosenza per difendere il lavoro Sono giunti da ogni parte d'Italia i lavoratori di Eutelia che questa mattina hanno manifestato ad Arezzo.

23/gen/2009 15.11.58 Lavoratori Getronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
    Eutelia: da Bolzano a Cosenza per difendere il lavoroSono giunti da ogni parte d’Italia i lavoratori di Eutelia che questa mattina hanno manifestato ad Arezzo. Cgil, Cisl e Uil calcolano che circa un migliaio di dipendenti del gruppo abbiano sfilato dal piazzale del Rossellino fino a piazza San Jacopo dove, dopo l’intervento della Rsu, per i sindacati confederali ha parlato Laura Spezia, Segretaria nazionale della Fiom.
    Al termine della manifestazione, una delegazione di lavoratori si è incontrata con il Prefetto Mantovano che ha dichiarato il suo interessamento alla vertenza anche con l’attivazione di un tavolo di confronto con l’azienda e le istituzioni. Ed un dialogo lo stanno cercando anche Comune e Provincia di Arezzo che già ieri avevano comunicato ai sindacati l’intenzione di convocare Eutelia.Eutelia: da Bolzano a Cosenza per difendere il lavoro
    I sindacati, da parte loro,  chiederanno adesso un confronto in sede ministeriale per discutere le intenzioni dell’azienda e quindi le prospettive di centinaia di addetti che vedono a rischio il loro posto di lavoro. La situazione più difficile è quella di coloro che sono impegnati nel settore informatica. Per 1.100  di essi si annuncia il passaggio ad un’altra azienda in quanto Eutelia intenderebbe cedere questa componente della sua attività. Tra 250  e 300 addetti  potrebbero maturare i requisiti della pensione ed entrare, nel frattempo, in cassa integrazione. Per 500 la soluzione annunciata sarebbe quella della mobilità e quindi della perdita del posto di lavoro. Secondo Eutelia, sulla base delle comunicazioni rese ai sindacati, solo 400 addetti del settore telecomunicazioni non avrebbero nulla da temere in termini occupazionali. Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto all’azienda un piano industriale, chiarezza sul futuro delle attività e dell’occupazione.
    VENERDì 23 GENNAIO 2009 13:52 - Cgil Cisl Uil Arezzo


    Scopri le novità! La tua vita, i tuoi interessi, tutto insieme su Windows Live.
    blog comments powered by Disqus
    Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl