Vicenda Eutelia: il Comune di Pregnana (MI) ha chiesto un Tavolo di Crisi in Provincia.. e le altre Istituzioni?

04/feb/2009 09.59.00 Lavoratori Getronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

03 Febbraio 2009

Vicenda Eutelia: il Comune di Pregnana ha chiesto un Tavolo di Crisi in Provincia

Il Sindaco Sergio Maestroni: anche se la crisi va gestita a livello nazionale, noi dobbiamo guardare alle ripercussioni sul tessuto sociale di Pregnana
Pregnana Milanese Con una perdita, a fine settembre, pari a 113 milioni di euro, Eutelia – società quotata in borsa e operante dal 1998 nei settori Telecomunicazioni e Informatica, con circa 2.400 dipendenti in tutta Italia – lo scorso 12 gennaio ha comunicato l’intenzione di voler dismettere il settore IT Information Technology e, nel contempo, di voler procedere con la cassa integrazione straordinaria per la cessazione di attività.
La situazione di Eutelia – che nel 2006 aveva acquisito le società italiane Getronics (ex Olivetti) e Bull – mette ora a rischio circa 500 lavoratori della sede di Pregnana, specializzata in IT. “Ovvio che noi, come Comune – afferma il Sindaco Sergio Maestronisiamo in forte apprensione, perché la crisi di questa azienda, che ha sempre rappresentato un po’ il fiore all’occhiello di Pregnana, mina anche il tessuto sociale del paese stesso. Specialmente in un periodo delicato dal punto di vista internazionale”.

E’ per questo che Maestroni e l’assessore al lavoro Enrico Ceccarelli si sono attivati con la Provincia di Milano e ora attendono la convocazione del Tavolo di Crisi a cui partecipino tutte le componenti che hanno un interesse nella vicenda: Provincia, Comune di Pregnana, azienda e rappresentanti sindacali. E al tavolo sono stati invitati anche Regione Lombardia e Comune di Milano.
Anche se si tratta di una situazione che va sicuramente gestita a livello di governo centrale, e quindi con il Ministero dello Sviluppo, noi dobbiamo essere molto attenti – sottolinea Maestroni – ed è per questo che, durante il Consiglio Comunale dello scorso 27 gennaio abbiamo chiesto la collaborazione dei gruppi di opposizione di centrodestra affinché anche loro si attivino, attraverso i loro parlamentari, in modo che si riesca a trovare una soluzione alla vicenda Eutelia”. “Abbiamo inoltre stanziato – aggiunge Ceccarelli – 30mila euro per i cittadini pregnanesi in difficoltà a causa della perdita del lavoro, perché la situazione di Eutelia, purtroppo, nel nostro territorio non si limita a questa azienda”.

La crisi di Eutelia oggi – afferma Angelo Pagaria, delegato sindacale Rsu del sito di Pregnananon è certo dettata dal difficile momento economico globale, quanto più da una gestione scellerata a livello di management. Già lo scorso 23 giugno, dopo una durissima fase di lotte e trattative, era stato firmato un accordo per l’applicazione dei Contratti di Solidarietà per 2.202 lavorati, metodo che noi rilanciamo anche oggi. E la situazione ora è ancora più preoccupante perché può colpire anche il settore Telecomunicazioni. Noi chiediamo, e già lo abbiamo fatto tramite una manifestazione nazionale lo scorso 23 gennaio ad Arezzo, un intervento pubblico, soprattutto per il fatto che gran parte delle commesse di Eutelia sono proprio di natura pubblica: amministrazioni centrali e locali. Il nostro desiderio è dunque che le istituzioni agevolino la ricerca di società che rilevino i settori Tlc e It di Eutelia. E, per quanto riguarda nello specifico Pregnana, ritengo che sia necessario valorizzare quei terreni di proprietà di Eutelia che, in vista di Expo 2015, stanno acquisendo un valore sempre maggiore e possono quindi rappresentare un interesse aggiunto per nuovi soggetti”.

Paolo Valentino


Scoprilo con Typectionary! Sei bravo con l'italiano?
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl