Strategie per l’Internazionalizzazione

10/feb/2009 16.34.25 [4]marketing Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Seminario SIVE Formazione Confindustria Venezia
02, 09 e 30 marzo 2009 - ore 9.00/18.00 | Docente Andrea Ganzaroli

Affrontare la concorrenza globale per crescere.


Internazionalizzarsi oggi non è una scelta, ma un obbligo. Le imprese che non lo fanno sono destinate a soccombere non solo perché si restringono sempre più gli spazi di mercato anche in ragione di una sempre più agguerrita concorrenza internazionale che è capace di produrre prodotti anche qualitativamente superiori a prezzi inferiori, ma soprattutto perché facendo una scelta locale diminuiscono enormemente il loro potenziale creativo ed innovativo. È attraverso lo scambio e la condivisione di conoscenza su di una dimensione internazionale che le imprese possono continuare a stimolare, alimentare ed estendere i propri circuiti creativi e dell’innovazione.
Questo corso, perciò, si propone di fornire gli strumenti necessari ad affrontare i mercati internazionali a partire da una prospettiva knowldege-based. La chiave di lettura adottata è quella della conoscenza e dell’innovazione. Solo saldando assieme queste due componenti è possibile, infatti, garantire la sostenibilità della crescita e dello sviluppo alla propria impresa. Lo scopo primario del corso, quindi, è analizzare le metodologie e gli strumenti necessari a sostenere la capacità dell’impresa di generare valore attraverso la gestione integrata di conoscenza, innovazione ed internazionalizzazione, secondo una logica strategica finalizzata a cogliere le opportunità ed evitare le minacce che derivano da un mercato che è sempre più aperto ed integrato (globale).
Il corso, a partire da questo obiettivo, è strutturato in due parti. La prima parte affronta il rapporto tra internazionalizzazione e conoscenza andando ad evidenziare gli elementi di discontinuità rispetto al passato (non è più o non solo l’impresa in sé che si internazionalizza, ma soprattutto il suo sistema di relazioni e di partnership). In questo nuovo scenario perciò è necessario condividere dei comuni linguaggi di comunicazione (internazionalizzazione comunicativa). La seconda parte ha un carattere più operativo ed è orientata a fornire gli strumenti di marketing necessari ad affrontare il processo di internazionalizzazione con particolare riferimento alla scelta dei mercati, le strategie di prodotto, la gestione dei canali di vendita e la comunicazione.

Approfondimenti
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl