Antonio Franchi: prodotti e impianti green per il progetto di Palazzo Ravasio

08/nov/2021 14:59:59 articolinews Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La società guidata da Antonio Franchi è impegnata nella ristrutturazione e valorizzazione di Palazzo Ravasio, il progetto renderà l'antico edificio più moderno e green.

Antonio Franchi

Palazzo Ravasio: il progetto sostenibile sviluppato da Antonio Franchi

Palazzo Ravasio è tra i più importanti edifici storici e signorili della città di Verona: la società guidata da Antonio Franchi (The Residenze) si occuperà del progetto di ristrutturazione e modernizzazione rispettando i principi di architettura sostenibile. Il team, consapevole del peso dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento degli edifici sull'inquinamento cittadino, si è posto come obiettivo la limitazione dei consumi e la riduzione dell'uso dei fossili prediligendo forme di energia più pulite. Un altro aspetto fondamentale è senza dubbio il benessere dei dimoranti: il comfort è ormai diventato una necessità del mercato che per l'appunto mette l'uomo e le sue esigenze al centro dei progetti. Il rispetto dell'ambiente e il benessere umano sono quindi i principali elementi del progetto sviluppato da Antonio Franchi dedicato al "nuovo" Palazzo Ravasio. Particolare attenzione sarà data alla scelta di tecniche e materiali ecosostenibili al fine di creare un edificio moderno, confortevole e sostenibile.

Antonio Franchi: i materiali e gli impianti green utilizzati per il progetto

Le scelte green di valorizzazione dell'antico palazzo prevedono l'implementazione di impianti di ultima generazione e la realizzazione di sistemi di isolamento volti a ridurre i consumi e garantire il massimo comfort termico: l'intervento di ristrutturazione portato avanti da Antonio Franchi mira a raggiungere gli obiettivi ambientali e di benessere anche attraverso l'utilizzo di materiali ecosostenibili. Più in dettaglio, l'isolamento termico prevede l'utilizzo di materiali di fibra di canapa vegetale che permettono di controllare il tasso di umidità e limitare gli inquinanti, le pareti invece saranno rivestite con materie prime di origine naturale e minerali riciclati. Anche i pavimenti, posati senza l'utilizzo di collanti chimici, saranno realizzati con legname biocompatibile e certificato. Il progetto propone un impianto tecnologicamente avanzato e totalmente green, dalla ventilazione per garantire la qualità dell'aria indoor, all'impianto idrico sanitario per la purificazione dell'acqua.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl