Contratto franchising: cos'è e quali sono le novità sul mercato

Contratto franchising: cos'è e quali sono le novità sul mercato Volete aprire un'attività in franchising e non conoscete le norme relative?

03/mar/2009 14.15.08 digitalpress Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Volete aprire un’attività in franchising e non conoscete le norme relative? Volete sapere se ci sono nuove possibilità di guadagno con questa formula? In Italia arriva una nuova opportunità: avviare un’attività in franchising per vendite commerciali attraverso distributori automatici.
 
Il “contratto franchising” o “contratto di affiliazione commerciale” è il contratto tra due soggetti giuridici, economicamente e giuridicamente indipendenti, in base al quale una parte concede all'altra la disponibilità, verso corrispettivo, di un insieme di diritti di proprietà industriale o intellettuale relativi a marchi, denominazioni commerciali, insegne, modelli di utilità, disegni, diritti di autore, know-how, brevetti, assistenza o consulenza tecnica e commerciale, inserendo l'affiliato in un sistema costituito da una pluralità di affiliati distribuiti sul territorio, allo scopo di commercializzare determinati beni o servizi. Il contratto di franchising può essere utilizzato in ogni settore di attività economica.
La legge n. 129 del 6 maggio 2004, intitolata “Norme per la disciplina dell'affiliazione commerciale” ha riformato con nuove regole il contratto di franchising, ovvero per il contratto di cessione di diritti di proprietà intellettuale e industriale. Ora, la durata minima del contratto di franchising è stabilita in 3  anni.  Il contratto franchising deve essere formalizzato per iscritto a pena di nullità e deve indicare espressamente l'ammontare di spese e investimenti che spettano all'affiliato prima dell'avvio del contratto. Per i contratti non stipulati per iscritto vi è un anno di tempo per la formalizzazione.
Grazie anche all’intervento normativo, negli ultimi anni il contratto franchising in Italia ha investito numerose e nuove tipologie di prodotto. Tra le ultime novità vi è un’interessante proposta che investe il settore dei distributori automatici. Si tratta delle possibilità di sviluppare un’attività economica redditizia che sostituisce il negozio in franchising con la distribuzione prodotti 24 ore su 24. L’attività economica pertanto si basa su una vendita commerciale automatica, in cui il consumatore finale acquista con il meccanismo del self service. La commercializzazione dei distributori automatici avviene proprio attraverso una rete di attività in franchising. La novità e l’attrattività di questa vendita commerciale sta nell’offrire il know how e il supporto all’avviamento iniziale tipici del contratto in franchising, ma  per avviare un’attività del tutto autonoma che consente di mantenere il proprio lavoro principale.   
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl