NuRide premia i consumatori che guidano meno

NuRide premia i consumatori che guidano meno Visto che la sensibilità ecologica non è ancora pienamente diffusa e che nemmeno la possibilità di risparmiare denaro sembra spingere gli automobilisti a preferire soluzioni di "auto condivise" (car pooling, nella terminologia inglese), NuRide è un sito che si propone di fornire un ulteriore stimolo alla razionalizzazione dei trasporti privati americani: ricompensare con premi gli automobilisti che riducono l'uso della propria auto (andando a piedi, in autobus, in metropolitana o in bicicletta) o che lo razionalizzano di concerto con altri che fanno lo stesso percorso (con il car pooling, appunto).

03/mar/2009 15.24.42 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

nuride

Visto che la sensibilità ecologica non è ancora pienamente diffusa e che nemmeno la possibilità di risparmiare denaro sembra spingere gli automobilisti a preferire soluzioni di “auto condivise” (car pooling, nella terminologia inglese), NuRide è un sito che si propone di fornire un ulteriore stimolo alla razionalizzazione dei trasporti privati americani: ricompensare con premi gli automobilisti che riducono l’uso della propria auto (andando a piedi, in autobus, in metropolitana o in bicicletta) o che lo razionalizzano di concerto con altri che fanno lo stesso percorso (con il car pooling, appunto).

I premi, forniti dalle aziende sponsor di NuRide, consistono in buoni da spendere in prodotti e biglietti per eventi e spettacoli. Si calcola che un utente regolare di NuRide arrivi a “guadagnare” circa 350 $ in un anno. Dal canto loro, gli sponsor ricevono (oltre alla visibilità) informazioni sulle abitudini degli utenti iscritti. Questi infatti sono chiamati ad inserire sul sito le informazioni circa le loro abitudini “verdi” (luoghi di partenza e di arrivo, orari, preferenze di viaggio e informazioni sui veicoli utilizzati) e guadagnano punti ogni volta che dichiarano di aver preso la bicicletta invece che essere andati in macchina; oppure di aver organizzato con i colleghi auto collettive per andare al lavoro con una sola macchina.

Di seguito un video promozionale di NuRide:

Vista l’appetibilità dell’offerta per eventuali truffatori, NuRide impone una limitazione: gli utenti accettati devono avere un indirizzo email di un’azienda nota e rispettabile, oppure di un’istituzione come una scuola o un’università. Non possono quindi iscriversi utenti dotati di indirizzi generici.

Nonostante queste limitazioni, i numeri di NuRide fanno impressione: con quasi 40.000 iscritti e più di 2 milioni di viaggi in macchina “risparmiati” rappresenta l’ennesimo esempio di una nicchia di successo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl