SOLVENCY II costerà almeno 560 milioni di € alle assicurazioni italiane

12/mar/2009 16.05.24 CITEF - Ufficio stampa di Ubifrance in Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

SOLVENCY II costerà almeno 560 milioni di € alle assicurazioni italiane,
ma favorirà la concorrenza a livello europeo e migliorerà la tutela degli assicurati
La direttiva europea Solvency II, che entrerà in applicazione dal 2012, mira ad armonizzare al livello europeo le modalità di gestione dei rischi nel mercato assicurativo e a garantire una maggior stabilità finanziaria delle compagnie. Attraverso l’uniformazione delle regole, Solvency II permetterà di creare un vero mercato comune dell’assicurazione, attenuando le distorsioni legate alle specificità dei singoli paesi. Solvency II dovrebbe favorire quindi l’emergenza di gruppi di dimensioni medio-grandi attraverso raggruppamenti tra compagnie all’interno dell’UE.
La società di consulenza in change management, Sia Conseil ha realizzato un studio dei costi che Solvency II rappresenterà per le assicurazioni italiane partendo dall’analisi di un progetto Solvency II per una compagnia tipo. Questo modello è stato poi applicato alle prime 15 compagnie del mercato tenendo conto delle loro specificità.
Secondo l’analisi condotta al livello macro, Sia Conseil stima i costi complessivi dell’implementazione della direttiva Solvency II a circa 560 mio/€ da consuntivare in un arco di 3 - 4 anni per l’intero mercato assicurativo italiano:  332.49 mio/€ per le prime 15 compagnie e 228.71 mio/€ per il resto del mercato.
Le compagnie di dimensione più rilevanti dovranno affrontare costi più significativi: 164.59 mio/€ per una compagnia il cui fatturato è superiore a 5 Mld/€, contro 73.30 mio/€ per una compagnia il cui fatturato è inferiore a 3 Mld/€. Inoltre Sia Conseil stima che i primi 5 gruppi italiani si troveranno ad affrontare un costo per ciascun progetto che varia tra i 22 e i 44 milioni di euro, mentre un progetto base in una compagnia di medie dimensioni comporterà costi complessivi in media di 16 milioni/€.
Lo studio mette in evidenza un aspetto poco preso in considerazione dalle assicurazioni: oltre l’aumento dei costi marginali necessari all’adeguamento delle compagnie alla direttiva Solvency II, le modifiche nell’organizzazione delle assicurazioni e nelle linee di prodotto potrebbero comportare costi aggiuntivi fino a un +45% rispetto ai costi base del progetto.
 
Prima di tutto il progetto Solvency II incoraggia l’adozione di modelli interni capaci di riflettere il livello specifico di rischio della singola compagnia. Sia Conseil Italia ha stimato che l’implementazione di un modello interno possa generare costi aggiuntivi fino a +25% rispetto al costo base del progetto.
Solvency II spinge inoltre le compagnie ad effettuare una selezione dei rischi da sottoscrivere per evitare una concentrazione troppo elevata che richiederebbe una maggiore disponibilità di capitale. Le compagnie assicurative, dovranno adeguare le procedure operative delle funzioni aziendali (CdG, Business e ALM) compliante a Solvency II . Anche se non sono immediate, tali modifiche secondo la stima di Sia Conseil Italia comporteranno costi aggiuntivi fino al 10% del progetto iniziale.
Infine, l’avvio di un cantiere ad hoc finalizzato a valutare gli impatti di Solvency II sulle poste di bilancio (legati in particolare all’utilizzo di un’ampia gamma di strumenti per la copertura o il trasferimento del rischio) potrebbe comportare costi aggiuntivi fino al 10% del progetto base.
 
Contatti
 
Gloriana Cimmino
Manager
Servizi Finanziari
gloria.cimmino@sia-conseil.com
 
Francesco Tabeni
Partner
Servizi Finanziari
francesco.tabeni@sia-conseil.com
 
Gabriele Giovanetti
Consulente Senior
Servizi Finanziari
gabriele.giovanetti@sia-conseil.com
 
Sara Trevisanato
Consulente
Servizi Finanziari
sara.trevisanato@sia-conseil.com
 
 
 

 
A proposito di Sia Conseil
 
Sia Conseil è una società di consulenza direzionale nata in Francia nel 1999 e oggi presente anche in Italia, Belgio, Svizzera e Marocco con oltre 220 consulenti e un fatturato di 35 milioni/€.
 
In Italia Sia Conseil è presente dal 2006, con sedi a Roma e a Milano e assiste le principali aziende italiane su ampi progetti di trasformazione.
 
Sia Conseil Italia offre cinque aree di competenza, costituite da consulenti esperti in:
 
·         Servizi Finanziari: Nuovi modelli di servizio e distribuzione, Risk Management e Gestione Finanziaria, Prodotti e offerte innovative, Efficientamento dei flussi Front to Back, Performance commerciale
·         Energia & Utilities: Gestione dei Clienti, Business intelligence e marketing strategico, Meccanismi del Mercato, Gestione del Patrimonio Industriale, Approvvigionamento e Gestione dei Rischi
·         Telecom: Elaborazione ed implementazione di offerte complesse, Gestione della clientela, Studi e analisi di mercato, Sviluppo e gestione della rete
·         Logistica: Logistic Strategy, Logistic Organizational Models, Supply Chain Management, Terziarizzazione della logistica, Management delle imprese logistiche
·         Change Management & HR: HR Performance, HR Excellence, Leadership e pratiche di Management, Change Management e monitoraggio dei risultati
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl