VERTENZA EUTELIA: NO AI LICENZIAMENTI !

24/mar/2009 13.34.14 Lavoratori Getronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Crisi EUTELIA: in 1000 ad Arezzo a dire NO!




Il 23 gennaio 2009 sarà una data che rimarrà nella memoria degli Aretini, non c'era mai stata nella storia della città d'arte toscana, una simile manifestazione di rabbia, determinazione, voglia di lottare da parte di tanti lavoratori e lavoratrici da tutta Italia, intenzionati a lottare e a urlare la loro voglia di lavoro e di riprendere a vivere una normale situazione aziendale. La EUTELIA operatore nazionale TLC e IT, che da due anni ha acquisito dipendenti e attività delle ex Olivetti/Getronics e Bull, dopo una gestione aziendale all' insegna del taglio dei costi, politiche industriali sbagliate, svuotamento professionale dei dipendenti e conseguente perdita di contratti, ha comunicato giorni fa la decisione di dismettere il comparto IT (tecnologie e servizi informatici), mettendo in pericolo oltre 2000 posti di lavoro. La risposta alla famiglia Landi, è arrivata puntuale dai lavoratori e lavoratrici di tutta Italia. Sono arrivati da Milano, Napoli, Cosenza, Firenze, Roma e da tutte le altre Sedi, hanno sfilato in oltre 1000, urlando la loro determinazione a mantenere i livelli occupazionali, la loro rabbia per la gestione scriteriata in questi anni del management, la loro sacrosanta voglia di lavoro.

Il gran colpo d'occhio della manifestazione Eutelia ad Arezzo (da immagine Quotidiano.net)


Una delegazione di lavoratori ha incontrato il Prefetto Mantovano che ha dichiarato il suo interessamento alla vertenza, anche con l’apertura di un tavolo di trattative con l’azienda e le istituzioni. Anche Comune e Provincia di Arezzo hanno comunicato ai sindacati, l’intenzione di convocare Eutelia. I sindacati, dal canto loro, chiederanno un confronto in sede ministeriale, per contestare il piano di dismissioni dell’azienda e quindi la prospettiva per centinaia di addetti di perdere il posto di lavoro. La situazione drammatica riguarda gli addetti all'Informatica, per i quali si ipotizza il passaggio ad un’altra azienda, in quanto Eutelia intenderebbe cedere questa attività. Si parla di addetti che potrebbero maturare i requisiti della pensione ed entrare, nel frattempo, in cassa integrazione. Per altri la soluzione ventilata, sarebbe quella della mobilità e quindi della perdita del posto di lavoro. Secondo Eutelia, sulla base delle comunicazioni rese ai sindacati, 400 addetti del settore Telecomunicazioni non sarebbero toccati dalla ristrutturazione. Cgil, Cisl e Uil chiedono un piano industriale, chiarezza sul futuro delle attività, dell’occupazione, e della posizione patrimoniale dell'azienda. Di tutto questo a piazza San Jacopo, dopo l’intervento delle Rsu, per i sindacati confederali ha parlato Laura Spezia, Segretaria nazionale della Fiom. C'è paura per i TFR, dopo le recenti indagini della Finanza per associazione a delinquere, finalizzata alla frode fiscale (cioè all’evasione) e al falso in bilancio di: Samuele Landi, amministratore delegato e uomo forte di via Calamandrei. Con lui il fratello Raimondo e i figli di questi Sauro ed Eva. Indagati anche un altro cugino, Alessandro, figlio di Angelo, il presidente di Eutelia, Pasquale Pallini e Daniele Bonarini. (fonte comunicati.net).



Chiavette USB… addio! Attiva SkyDrive!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl