Performance in Lighting, un’azienda attenta alla Human Life

07/apr/2009 17.29.43 redoffice Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’azienda di illuminotecnica si ispira a principi di sostenibilità ambientale e condivisione di problematiche sociali, oltre che essere coinvolta nel settore della formazione e dell’arte. Al FuoriSalone di Milano presenta quattro eventi ispirati alla luce.

 

Performance in Lighting (PiL), gruppo che opera nel settore dell’illuminazione, è costituito da una serie di brand (Prisma Architectural, Prisma, Klewe SBP, SBP Urban Lighting e Light/Lumis), ognuno dei quali è specializzato nel fornire soluzioni alle diverse esigenze e problematiche della progettazione.

La conoscenza, la professionalità e le competenze tecnologiche caratterizzano l’attività dell’azienda, al punto che le esportazioni raggiungono 90 Paesi al mondo e rappresentano il 60% del fatturato. Ciò che rende speciale PiL è però il rispetto per la sostenibilità ambientale, l’attenzione nei confronti della qualità dell’ambiente lavorativo e dei lavoratori, l’interesse per la formazione e la condivisione di problematiche sociali.

 

L’azienda di Colognola ai Colli cerca di rendere più competitiva ed efficace la presenza sul mercato italiano ed estero dei propri prodotti “garantendone la qualità e la sicurezza” dichiara Giorgio Lodi, AD di PiL “perseguendo elevati standard tecnici e fornendo strumenti di informazione al mondo professionale. I nostri prodotti sono sicuri e vengono tutti controllati dai più importanti enti certificatori e dal moderno Laboratorio interno per la Qualità e la sicurezza autorizzato dall’ente IMQ”.

 

Un’azienda è fatta di persone e questo costituisce uno dei cardini della filosofia di PiL: nello stabilimento di Colognola ai Colli si svolgono periodici e gratuiti incontri di aggiornamento tenuti da designer, architetti e light designer che vedono sempre un’alta partecipazione di clienti, installatori e addetti ai lavori.

La sede del gruppo illuminotecnico si arricchisce della presenza di un laboratorio interno, di una sala multimediale e di un asilo nido, Nido Blu. La struttura, inaugurata nel 2002, è concepita per accogliere i bambini dei dipendenti dai 7 ai 36 mesi ma ospita anche i figli del personale di aziende limitrofe. Fiore all’occhiello è la Fattoria Didattica, la cui gestione è affidata alle cure volontarie dei dipendenti PiL in collaborazione con il servizio veterinario pubblico.

L’impegno filantropico internazionale di PiL si svolge attualmente in India; l’azienda ha scelto di sostenere Fondazione Blu, associazione ONLUS, nata con l’obiettivo di garantire ai bambini delle aree più bisognose del pianeta il diritto alla cura e all’educazione nella prima infanzia.

 

L’attenzione all’arte è un’altra caratterizzazione innovative oriented del complesso industriale.

PiL presenta infatti al FuoriSalone di Milano tre progetti ambiziosi, mostre ed esibizioni che legano arte, architettura e luce.

Lunedì 20 aprile si comincia nello show-room AtelierItaliano (Ripa di Porta Ticinese 73, Milano) con "TUTTO NON È TUTTO", l'installazione di poesia visiva, presentata da Decio G.R. Carugati, opera dell'architetto – artista Danilo Premoli, che firma anche il design della collezione ‘alfabeto’ su serie "Quatrix" di Prisma Architectural, design Roberto Fiorato per Performance in Lighting.

Martedì 21 aprile si prosegue a Superstudio Più in via Tortona 27 con “Senza confine. Il sogno abitato”, un progetto sperimentale per la casa in legno di Angelo Micheli e Studio De Lucchi, che abbraccia il concetto di sostenibilità abbinando il rispetto per l’ambiente con la tradizione.

Mercoledì 22 aprile, sempre nello show-room Atelier Italiano, il connubio tra arte e luce voluto da PiL si conclude con “Il sapore della luce, quando la luce disegna il convivio”, un evento di intrattenimento con il giornalista esperto d’arte e di industrial design Philippe Daverio.

 

Performance in Lighting

Performance in Lighting è il gruppo illuminotecnico costituito dalle aziende Prisma, Klewe e SBP e dall’esperienza e dal know how dei marchi Prisma Architectural, Prisma, Klewe SBP, SBP Urban Lighting e Light/Lumis.

Ha filiali in Francia, Spagna, Belgio, Olanda, Usa, Inghilterra, Germania, Portogallo, Cina e una quota di esportazione in più di 90 paesi del mondo, che ha raggiunto il 60 per cento del fatturato, in crescita dopo l’acquisizione, nel maggio 2008, del gruppo belga Ed_Dis.

La rivista Architect, destinata in particolare a un pubblico di 14mila architetti USA ha indicato i prodotti Pil tra i primi dieci usati nell’illuminazione per esterni.

 

http://www.performanceinlighting.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl