It’s My Scar traforma le cicatrici in gioielli

It's My Scar traforma le cicatrici in gioielli Va bene la personalizzazione.

20/apr/2009 15.53.35 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

myscar1 myscar2

Va bene la personalizzazione. Va benissimo l’unicità e l’esclusività, ma qui forse stiamo esagerando. La segnalazione di oggi infatti è a metà fra l’insolito e l’eccessivo: It’s My Scar (letteralmente “è la mia cicatrice”) è un’azienda americana che permette ai clienti di acquistare gioielli della forma (unica) delle loro cicatrici.

Non è uno scherzo. Siamo nell’era ella personalizzazione spinta dei prodotti e questa è solo l’ennesima dimostrazione delle infinite possibilità a disposizione delle imprese per offrire ai consumatori prodotti sempre più su misura. It’s My Scar funziona in modo molto semplice: i clienti inviano all’azienda una foto della propria cicatrice e nel giro di 6-8 settimane possono ritirare un gioiello riprodotto nella stessa identica forma. Il costo di ogni gioiello-cicatrice varia dai 400 dollari fino a 1.500 dollari e dipende dal materiale utilizzato e dal tipo di gioiello scelto (braccialetto, anello, orecchini o catenina).

L’idea di tutto ciò nasce dall’esperienza personale del fondatore dell’azienda, che ha realizzato il primo gioiello sulla base di una propria cicatrice per commemorare la sopravvivenza ad una brutta malattia alla tiroide. Estendendo il concetto, ha creato It’s My Scarl, un’azienda specializzata in questo tipo di realizzazioni e il cui motto è “afferma il tuo passato e indossa la tua storia“.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl