COMPARTO CUNICOLO: LO STATO IMPONGA TRASPARENZA E REGOLAZIONE DEL MERCATO

02/lug/2009 17.31.03 MarketingArena Consulting Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’Assemblea nazionale riconferma De Bonis alla guida dei liberi allevatori

“Siamo di fronte ad una vera questione di civiltà e libertà economica degli allevatori italiani, il cui numero di allevamenti professionali si e’ drasticamente ridotto, a danno anche dei consumatori costretti a mangiare inconsapevolmente carni di coniglio provenienti dall’ estero; nonostante le nostre denunce da mesi, ogni giorno che passa la situazione si aggrava e questo non lo possiamo piu’ tollerare”. Lo ha affermato Saverio De Bonis, Presidente dell’Anlac (Associazione Nazionale Liberi Allevatori di Conigli) aderente ad AGCI, in occasione dell’Assemblea nazionale che si e’ tenuta venerdi’ 12 giugno a Roma.

L’Assemblea, alla quale hanno partecipato delegati ed iscritti provenienti da tutta Italia, ha sollecitato, in un documento conclusivo inviato al Governo, un forte ed immediato intervento pubblico che imponga regole stringenti per la regolazione e la trasparenza dei mercati. Ai lavori, moderati dal Coordinatore di AGCI Agrital Mauro Vagni, ha portato il suo saluto il Presidente nazionale dell’Associazione Giampaolo Buonfiglio ed è pervenuto il messaggio della Senatrice Antezza, relatrice in Commissione Agricoltura sullo stato di crisi del settore, per le iniziative avviate a sostegno degli allevatori e dei consumatori che sono gli anelli più deboli della filiera”.

L’Assemblea ha eletto il nuovo Comitato Direttivo composto dai consiglieri Zenatti di Verona, Mazzoni di Mantova, Zuliani di Verona, Enrichiello di Napoli, Battaglino di Potenza, Tinelli di Bari, Golia di Benevento e Leone di Matera. Il Direttivo, alla unanimita’, ha riconfermato quale presidente dell’ associazione Saverio De Bonis.
Subito dopo la sua elezione il Presidente De Bonis, consapevole delle pesanti responsabilità del rinnovato incarico associativo di fronte alla crisi irrisolta che attraversano i liberi allevatori italiani, ha auspicato che in una logica di squadra, ANLAC possa contribuire al rilancio del comparto apportando progetti e idee, aumentando i contatti e le collaborazioni, in sinergia con la dirigenza nazionale di Agci Agrital, per lavorare al veloce recepimento delle misure anticrisi previste dalla risoluzione recentemente approvata alla unanimità dalla Commissione agricoltura del Senato.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl