IMPRESAMIA.IT-SPECIALE LATTE - Il settore in cifre

IMPRESAMIA.IT-SPECIALE LATTE - Il settore in cifre Un litro di latte viene pagato agli allevatori solo 32 centesimi In Italia, il latte viene pagato in media agli allevatori italiani 0,31 euro al litro mentre sugli scaffali arriva a 1,35 con un ricarico del 350 per cento dalla stalla allo scaffale: quindi, il latte agli allevatori italiani viene pagato meno di venti anni fa.

21/lug/2009 15.50.02 IMPRESAMIA.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un litro di latte viene pagato agli allevatori solo 32 centesimi

SPECIALE LATTE - Il settore in cifre

In Italia, il latte viene pagato in media agli allevatori italiani 0,31 euro al litro mentre sugli scaffali arriva a 1,35 con un ricarico del 350 per cento dalla stalla allo scaffale: quindi, il latte agli allevatori italiani viene pagato meno di venti anni fa. Coldiretti che ha indetto la mobilitazione del Brennero, ha sottolineato di non voler chiedere risorse aggiuntive allo Stato ma semplici regole di buon senso per dare la possibilità ai consumatori di fare scelte di acquisto consapevoli e agli allevatori di distinguere il vero prodotto Made in Italy dal falso.
Tra gli obiettivi della mobilitazione presentati dal presidente della Coldiretti Sergio Marini al ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia che è intervenuto alla manifestazione, ci sono:
- Rendere obbligatoria l'indicazione in etichetta dell'origine territoriale del latte a lunga conservazione e di quello impiegato per le produzioni casearie.
- Rendere obbligatoria l'indicazione nell'etichetta dei formaggi, come le mozzarelle e i latticini, delle sostanze diverse dal latte quali le cagliate prelavorate utilizzate come ingredienti nonché la loro origine territoriale.
- Vietare l'uso di caseine, caseinati e proteine concentrate del latte nella fabbricazione dei formaggi.
- Rendere pubblici i dati relativi alle ditte di destinazione delle importazioni di latte dall'estero attraverso internet.
- Creare le condizioni affinché si utilizzino prodotti locali da parte delle mense scolastiche, degli ospedali e, in generale, della ristorazione collettiva pubblica.
- Distinguere sugli scaffali della grande distribuzione i prodotti veramente italiani da quelli ottenuti da materie prime importate.
IL MERCATO ITALIANO DEL LATTE IN CIFRE
Numero vacche 1.839.000; Numero aziende di produzione latte 43.861 (Montagna 20.835, zone svantaggiate 3.809); Produzione totale di latte bovino 111.054.000 quintali; Caseifici e centrali del latte 1.516; Cooperative 637; Centri di raccolta 82.
IL SETTORE LATTIERO OCCUPA CIRCA 178.800 ADDETTI
Occupati totali 178.800 di cui: negli allevamenti da latte bovino 129.000, nell'industria lattiero-casearia 27.800, nei servizi e commercializzazione 22.000.
LE IMPORTAZIONI DI LATTE E DERIVATI IN ITALIA
Latte liquido sfuso in cisterna e confezionato 21, 3 miliardi di chili (tra cui 13 miliardi di chili di di latte sterile); Formaggi 4 miliardi di chili (tra cui sono comprese 86 milioni di chili di cagliate); Polveri di latte (tra le quali caseinati/concentrati proteici per 15 milioni di chili) 130 milioni di chili.
CONSUMI NAZIONALI PROCAPITE DI LATTE E CASEARI (KG)
Latte fresco 20 kg, Latte UHT 26 kg, Yogurt 8,7 kg, Burro 2,2 kg, Formaggi 24 kg.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl