Crisi economica: stabile l’apertura di aziende under 30

24/ago/2009 10.48.59 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

giovani-imprenditori

Sono 32 mila gli italiano under 30 che nei primi sei mesi del 2009 hanno aperto un’azienda. Un dato che si conferma stabile rispetto al passato ma che sorprende in quanto in molti avrebbero scommesso in una flessione in un periodo di crisi come questo. Secondo Renato Mattioni, segretario generale della Camera di commercio di Monza e della Brianza che ha realizzato lo studio questo “è un segno di vitalità del nostro tessuto economico, che non perde la fiducia nemmeno in questo momento”.

In realtà questo dato potrebbe anche rivelarsi non così positivo, anzi essere una vera e propria spia della crisi. Il 20 per cento dei casi di nuove aperture non sarebbero nuove imprese vere e proprie ma la trasformazione di dipendenti in esterni, sotto pressione del datore di lavoro. Questa pratica colpisce soprattutto i giovani, notoriamente più deboli a livello contrattuale. Molte di queste nuove imprese, poi, sono destinate a chiudere in breve tempo.

La regione che segna il maggior numero di nuove attività è la Lombardia con 4.772 giovani che hanno aperto una nuova impresa. Al secondo posto si conferma la Campania con 3.507 nuove imprese under 30.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl