licenziati ed abbandonati dalle Istituzioni

licenziati ed abbandonati dalle Istituzioni Da: francesco.mollo.u9is@alice.it Inviato: lun 28/09/2009 21.39 A: redazione@rassegna.it Oggetto: I: licenziati ed abbandonati dalle Istituzioni Oggetto: I: licenziati ed abbandonati dalle IstituzioniOggetto: licenziati ed abbandonati dalle IstituzioniSpett.le Redazione, siamo 11 lavoratori licenziati dal consorzio Italia Servizi, consorzio multiservizi, che opera in strutture di Banca Intesa in Napoli, in lotta per riavere il lavoro rubatoci.

Allegati

28/set/2009 22.35.42 comitato di lotta morirexlavorare Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


Da: francesco.mollo.u9is@alice.it
Inviato: lun 28/09/2009 21.39
A: redazione@rassegna.it
Oggetto: I: licenziati ed abbandonati dalle Istituzioni

Oggetto: I: licenziati ed abbandonati dalle Istituzioni
Oggetto: licenziati ed abbandonati dalle Istituzioni
Spett.le Redazione, siamo 11 lavoratori licenziati dal consorzio Italia Servizi, consorzio multiservizi, che opera in strutture di Banca Intesa in Napoli, in lotta per riavere il lavoro rubatoci. Vi denunciamo le nuove tecniche di licenziamento portate avanti da imprenditori senza scrupoli con l'aiuto di sindacalisti che non operano al meglio.
Licenziati il 31 luglio 2008, per non aver voluto firmare contratti di lavoro in bianco, il giudice del Tribunale del lavoro ha ordinato il nostro reintegro al lavoro, ma la società che ci ha illegalmente licenziato ha cambiato nome all'azienda ed é subentrata alla stessa con le stesse persone fisiche, inserendo altri lavoratori al nostro posto. 
Tutte queste illegalità sono state denunciate alla dirigenza di Banca Intesa ed alle Istituzioni cittadine ma nessuno é intervenuto, permettendo a questi "imprenditori" di poter aggirare le leggi. La Magistratura, a cui ci siamo rivolti, dopo 17 mesi ancora non é intervenuta mentre tra di noi vi é chi ha messo un rene in vendita per pagare gli usurai che vogliono prendersi la casa  . La nostra lotta continuerà fintanto che le Istituzioni, il Governo , la Magistratura non interverranno in questa vergognosa vicenda, mettendo fine a questo "gioco delle scatole cinesi".
Ad oltre un anno dal nostro licenziamento, grazie agli organi di stampa stiamo ancora a denunciare le illegalità subite ma sbattiamo contro un muro di gomma.
Saluti dal comitato di lotta morirexlavorare (visitate il sito www.morirexlavorare.altervista.org)  
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl