A Firenze il b2b Made in Italy a misura di Territorio

16/ott/2009 20.37.09 Fabrizio Pivari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sono giorni di Festival e di Creatività. Giorni di idee per muovere business e rilanciare quel b2b d’Impresa che ha risentito dell’effetto fionda della Crisi delle Banche statunitensi. Una crisi che ha attraversato il Paese trasversalmente, tra fantasmi, paure, chiusura alla/della fiducia delle banche, rivisitazione e (re)invenzione di filiere più performanti. Parole d’ordine: flessibilità, diversificazione, relazionamento… di quelle Realtà sociali e imprenditoriali pronte a confrontarsi per creare sinergie concrete di domanda versus offerta (e viceversa).

Se c’è una lezione da fare nostra in quell’onda-riflesso che ha messo a mare idee radicate da esperienze generazionali, questa è che per evitare il ristagno (caduta) del Mercato sia necessario camminare insieme: investendo in idee e progetti che possano adeguarsi alle risposte dei comparti con cui s’interagisce; offrendo quelle “vie di fuga” (veri canali d’investimento alternativi) necessarie per creare una rete di domanda/offerta flessibile che possa sostenere (per poi ottimizzare) gli eventuali cambi di rotta di un Mercato – a misura d’esigenza – in cerca di risposte concrete a domande concrete. Che pretende Fatti.

FlorenceIN, l’associazione che riunisce i professionisti toscani aderenti ai principali social network affermatisi in Italia, è uno straordinario esempio di come oggi sia necessario “pensare in globale” per potersi “muoversi in locale”: un progetto di networking territoriale pensato per creare i presupposti di nuove occasioni di business e per promuovere all’interno della società una visione positiva del mondo degli affari. FlorenceIN è parte integrante del progetto ClubIN - presieduto da Pier Carlo Pozzato e spinto dall’energia inarrestabile di Andrey Golub – un business brand che muove passo nelle realtà locali creando reti di relazionamento in grado di Proporre e Fare Business sul Territorio per il Territorio.

In questi giorni e fino a Novembre, la città di Firenze dimostra come sia possibile ”aggredire” la crisi muovendo un b2b d’Impresa concreto attraverso iniziative promosse e sostenute da diverse realtà imprenditoriali, a (re)inventare ponti tra domanda e offerta che diano nuova fiducia agli operatori di settore. FlorenceIN è al Festival della Creatività per stimolare idee, contatti e proposte d’affari, anche in quel creare ponte indiretto con la sua presenza da e verso Firenze Business, la due giorni dedicata al b2b d’impresa orientato all’incontro tra domanda e offerta in quel di Toscana attraverso un:

  • muoversi in locale, con proposte concrete e dirette per le attività che operano sul Territorio attraverso un’offerta di prodotti e servizi il cui scopo è quello di garantire valide alternative alle aziende già affermate e ottima copertura (legale, logistica, di supporto) a quelle attività che si stanno affacciando ora sul Mercato;
  • pensare in globale, con la partecipazione attiva di brand come HP, ACCO e DYMO che presenteranno offerte esclusive per gli operatori di settore che visiteranno Palazzo Borghese durante la due giorni dell’evento.
  • creare rete, con un utilizzo efficace dei nuovi media e in particolare di quella piattaforma di networking sociale, Facebook, che si sta imponendo come nuovo trend di un marketing basato sul relazionamento d’emozioni e d’interessi tra le persone che creano, muovono, promuovono, gestiscono e sviluppano il brand business d’intere divisioni aziendali o del proprio parco clienti.

per un b2b Made In Italy a misura di Territorio.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl