Camouflage cosmetico per nascondere i segni di un intervento estetico

17/nov/2009 17.19.54 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I consigli de LaCLINIQUE®-Medicina e Chirurgia Estetica
Hai appena fatto un intervento di chirurgia estetica e ti stai chiedendo come ritornare alla normalità senza far vedere i segni temporanei che ha lasciato l’intervento? LaCLINIQUE®-Medicina e Chirurgia Estetica e i suoi chirurghi estetici ti aiuteranno con suggerimenti e consigli pratici a nascondere i segni di un’operazione di chirurgia estetica grazie ad un uso corretto del make up al fine di raggiungere i migliori risultati per ritornare senza timore in società.

Quando serve
LaCLINIQUE® afferma che molte persone attraversano brevi periodi di depressione post intervento e vivono con difficoltà il tempo necessario per ritornare alla normalità. Il make up è pertanto un metodo molto efficace che consente di vivere il post operatorio con serenità e nascondere il trauma iniziale dei segni lasciati da incisioni, cicatrici, macchie, decolorazione cutanea e infiammazioni.

Quando iniziare
Gli specialisti de LaCLINIQUE® suggeriscono di utilizzare i camouflage cosmetici in media un paio di giorni dopo l’intervento oppure in caso di rinoplastica appena il tampone o il piccolo gesso sono stati rimossi. Per quanto riguarda le cicatrici da incisioni suggerisce di aspettare la rimozione dei punti mentre per quanto concerne le incisioni consiglia di aspettare la cicatrizzazione.

Camouflage e intervento
LaCLINIQUE® consiglia di utilizzare il fondotinta per nascondere imperfezioni, infiammazioni e macchie della pelle post lifting, incisioni, decolorazioni e peeling. Il correttore è appropriato per la pelle infiammata e le macchie giallastre e rossastre. L’ombretto è indicato per mascherare il gonfiore in particolare dopo interventi di rinoplastica e lifting.

Tecniche di utilizzo
Il fondotinta deve essere cremoso e di maggiore consistenza, opaco e resistente all’acqua per migliori risultati ma rigorosamente privo di alcol e profumazioni chimiche per evitare reazioni allergiche, inoltre deve essere applicato con delicatezza. La tonalità scelta dovrà assomigliare il più possibile al colore della propria pelle e si cercherà di lasciarlo più chiaro, quindi meno consistente, attorno agli occhi e al labbro superiore. 
Il correttore, è solitamente di colore verde o lavanda a seconda del colore della pelle post intervento. Il colore verde è consigliato per neutralizzare le macchie rossastre mentre per me macchie tendenti al giallo è indicato il color lavanda (azzurro-violetto).    
L’ombretto, solitamente in polvere, è utilizzato per nascondere il gonfiore perché è adatto per creare aree di luce e ombra contrastanti utilizzando due tonalità di colore, una più chiara e una più scura della normale tonalità della pelle. La tonalità chiara metterà in risalto le zone da evidenziare al fine di aumentare la sporgenza mentre quella scura coprirà le aree da rendere meno visibili.

Come rimuovere il make up
LaCLINIQUE® aggiunge che i cosmetici per nascondere i segni di un intervento sono comunemente di texture più consistente e creati con sostanze più aderenti del trucco standard. Per questa ragione è necessario e importante rimuovere completamente il make up con delicatezza ogni sera utilizzando latte detergente e tonico, entrambi alcol-free, ed infine apporre un velo di crema per idratare la cute.
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl