Dite alla nonna di cambiare l'etichetta della marmellata

In un mondo sempre più complesso e burocratico esistono tanti luoghi comuni ed abitudini che pur essendo dettati dal buon senso e dalla tradizione non tengono conto dei regolamenti che stato e comunità europea ci impongono in qualsiasi campo.

13/apr/2011 07.45.44 KSeoLink Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In un mondo sempre più complesso e burocratico esistono tanti luoghi comuni ed abitudini che pur essendo dettati dal buon senso e dalla tradizione non tengono conto dei regolamenti che stato e comunità europea ci impongono in qualsiasi campo. Il campo alimentare è sicuramente uno dei settori più colpiti da leggi e burocrazia e non solo nelle importanti regole di produzione ma anche in tante piccole cose del quotidiano come ad esempio la semplice marmellata che ogni mattina molte persone mangiano a colazione spalmata sul pane oppure gustano su una deliziosa crostata oppure come ripieno di fragranti biscottini..

Sicuramente conosci la marmellata, ma lo sapevi che quasi mai è corretto chiamarla marmellata? Ad esempio la marmellata di more non esiste e neanche la marmellata di fichi o di more. Esiste invece la marmellata d'arance o la marmellata di limoni. Tutto questo è dettato addirittura da una direttiva europea che ci mette a conoscenza del fatto che solo quella a base di agrumi può essere chiamata marmellata mentre tutte quelle fatte con gli altri tipi di frutta devono essere chiamate confetture.

Ma non finisce qui la direttiva ci spiega anche che la marmellata deve avere una percentuale di frutta almeno del 20%, la confettura almeno del 35% e la confettura extra almeno del 45%. Chi si occupa di gastronomia queste cose le sa già ma la stragrande maggioranza delle persone commette un peccato mortale quando dice marmellata di prugne o marmellata di pesche anzichè confettura di prugne e confettura di pesche.

Mi raccomando ditelo anche alla nonna che, se dopo avervi preparato con tanto amore e passione una bella marmellata di frutta, dopo averla messa nei vasetti, e dopo averla sterilizzata scrive sull’etichetta marmellata di albicocche anziché confettura di albicocche infrange le regole della comunità europea.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl