Le origini dello zucchero

17/ago/2011 17.01.49 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo zucchero ha origini piuttosto lontane. Lo zucchero, che ha origini esotiche,  viene estratto dalla canna o dalla barbabietola ed è una sostanza fondamentale dell’alimentazione oltre che un ingrediente cosmetico. Il periodo esatto in cui venne scoperto lo zucchero non è ben noto, si pensa che la canna da zucchero sia stato scoperta intorno al 711 d.C. in India e trasportata successivamente nel Mediterraneo grazie agli Arabi. La sua coltivazione si diffuse rapidamente dalla Sicilia alla Spagna, all’Africa e con Cristoforo Colombo raggiunse infine il cosiddetto Nuovo Mondo. Nel 1747 fu il tedesco Margaf a portare lo zucchero in Europa, dimostrando che i cristalli dal sapore dolce ricavati dal succo di barbabietola erano gli stessi che si ottenevano dalla canna da zucchero.

Nel 1801 nacque a Kunern in Polonia la prima fabbrica di zucchero. Oggi, lo zucchero è presente in molti pasti e viene utilizzato soprattutto nelle pasticcerie. Purtroppo non sempre lo zucchero da benefici al nostro organismo, molte persone ne sono allergici o intolleranti, per cui oggi giorno, per non rinunciare ai dolci, vengono prodotti dolci privi di questa sostanza, come i biscotti senza zucchero. Oltre allo zucchero, molte persone risultano allergiche o intolleranti al glutine, per i quali vengono prodotti molti cibi particolari, sia in campo salato che dolce, come ad esempio i biscotti senza glutine. Il glutine è una sostanza che si origina quando si uniscono, in presenza di acqua due tipi di proteine: la glutenina e la gliadina. Entrambi sono presenti principalmente nell’endosperma delle cariosside dei cereali, tra i quali farro, frumento, kamut e orzo. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl