Morciano di R. - Presentato il bilancio 2010

07/gen/2010 13.16.02 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNE DI MORCIANO DI ROMAGNA      

Presentato il bilancio 2010

Queste le principali caratteristiche:

1 - Nessun aumento di imposte e tasse

2 - Realizzazione di opere pubbliche grazie (anche) a risorse provenienti da project financing, tra cui alcune legate al fotovoltaico con una speciale attenzione all’ambiente

3 - Prima esperienza di bilancio partecipato dai cittadini

4 – Attenzione al sociale

5 – Rafforzamento dell’identità territoriale attraverso tematiche, eventi e opere legate al Futurismo

 

 

E’ stato presentato questa mattina dal sindaco Claudio Battazza e dal vice sindaco Stefano Dradi il bilancio di previsione 2010 del Comune di Morciano di Romagna. Quello del 2010 è il primo bilancio di previsione approvato dall’attuale amministrazione comunale, in un momento certamente non facile: “Siamo sullo sfondo di uno scenario nazionale e locale in cui la crisi economica ci impone di redigere un bilancio rigoroso – ha affermato il sindaco Battazza –. Infatti abbiamo cercato di ridurre al minimo le spese, ponendo grande attenzione nel non aumentare le imposte e le tasse ai cittadini e allo stesso tempo nel garantire un adeguato sviluppo alla comunità morcianeseâ€.

Nonostante le difficoltà, dunque, sul fronte delle entrate non sono previsti nuovi aumenti tariffari rispetto al 2009 fatta eccezione per la Tarsu che ha subito un aumento pari a quello richiesto da Hera per la gestione del servizio (4,8%). Sono invece diminuite del 33,33% le tariffe per l’utilizzo delle palestre comunali da parte delle società sportive ed è stata introdotta un’agevolazione per il servizio della mensa per gli alunni delle scuole elementari. Inoltre, attraverso il rilancio del ruolo dell’Unione della Valconca, sfruttandone le economie di scala, si potranno “risparmiare†circa cento mila euro.

Altra caratteristica di questo bilancio è la grande attenzione viene riservata al settore sociale per il quale infatti è stata prevista una spesa notevole di € 890.695.

Strategica la parte relativa agli investimenti in opere pubbliche: la previsione che è stata effettuata per il trienno 2010-2012 vede investimenti complessivi per 19.825.000,00 euro. Va sottolineato però che tali ingenti cifre non ricadranno sulle spalle del Comune, ma in gran parte saranno recuperate attraverso l’intervento di privati e soprattutto grazie a strategie di project financing. In particolare le nuovi fonti di energia e il fotovoltaico, oltre ad essere un fattore determinante per uno sviluppo sostenibile, possono rappresentare un’occasione per creare condizioni di apporto di capitali privati nella realizzazione di opere pubbliche. Con questi interventi Morciano si collocherà, proporzionalmente, tra i comuni con maggiore produzione di energia rinnovabile. Per il 2010 infatti è previsto l’ampliamento del padiglione fieristico e del cimitero comunale. Su queste opere saranno posti pannelli solari che produrranno energia la quale sarà sfruttata da parte dell’azienda privata che ha realizzato le opere stesse: in questo modo non ci sarà alcuna spesa da parte del Comune. Sempre per il 2010 sono previsti inoltre interventi per la riqualificazione urbana del centro storico, la manutenzione straordinaria della scuola materna, della palestra vecchia, di strade e marciapiedi, il recupero di Piazza Boccioni e il restauro del monumento ai caduti.

Oltre a questi, è previsto un altro intervento pari a cento mila euro, dedicato ad un’opera scelta dai cittadini. E’ questo il bilancio partecipato che per la prima volta è stato posto in essere a Morciano. In questo caso i Morcianesi – attraverso una serie di incontri e riunioni - hanno optato per la realizzazione di una pensilina esterna alla scuola elementare e media.

Per finire, per rilanciare il territorio, l’amministrazione ha deciso di rafforzare nel paese un’identità che caratterizzi Morciano sotto tutti i punti di vista: urbanistico, economico, storico-culturale e turistico. Si è ritenuto che questo tratto identitario possa essere individuato nel Futurismo, movimento al quale i morcianesi sono intensamente legati, date le origini di Umberto Boccioni e Arnaldo Pomodoro. A questo aspetto saranno dedicati diversi interventi nel corso degli anni.

 

IN ALLEGATO LA DOCUMENTAZIONE RELATIVA

NELLA FOTO IL VICE SINDACO DRADI E IL SINDACO BATTAZZA

 

Ufficio comunicazione Creattiva

Tel.  0541709792 – creattiva@creattiva.info

www.creattiva.info

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl