Regole per la divisione del piatto nel Texas Hold'em

11/mar/2010 17.16.48 Caso Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ho ricevuto molte email che mi chiedevano di spiegare quali fossero le mani vincenti nel Texas Hold'em. Poiché diversi lettori mi hanno fatto la stessa domanda sulla divisione del pot, ho pensato che avrei fatto bene a scrivere un articolo riguardante le regole per la divisione del piatto. Pietro mi ha scritto formulando la seguente domanda:

Supponiamo che siano rimasti due giocatori al tavolo da gioco. Le cinque carte comuni sono 2, 3, 4, ,5 e 6 tutte di colore misto. Il primo giocatore ha 3 e 4, mentre il secondo K e Q. Ovviamente il punto migliore è la scala che si trova a tavola. La mia domanda è: chi vince? Personalmente penso che ci siano tre risposte possibili. Nella prima presumo che vinca il primo giocatore in quanto ha realizzato una doppia coppia, mentre il secondo giocatore ha solamente una carta alta al K. Nella seconda ipotesi assumo che vinca il secondo giocatore perché ha il kicker, ossia la carta d'appoggio, più alto (il K batte il 4). Quindi se c'è un vincitore deve essere il secondo giocatore. Nella terza ipotesi penso che non vinca nessuno e che i due giocatori si dividano il piatto.

Risposta.

La risposta corretta è la numero tre. E' un piatto da dividere. Nel Texas Hold'em la mano vincente è composta dalle cinque carte più alte. Tale mano può essere realizzata con qualsiasi combinazione delle due carte personali, assegnate ad ogni giocatore, e le cinque carte comuni disponibili a tutti i concorrenti. In alcuni casi la mano composta dalle cinque carte migliori può essere realizzata solo con le cinque carte comuni, proprio come nel nostro esempio sopra. La sesta o la settima carta non vengono mai usate come ulteriori riferimenti per decidere la mano.

Considerando sempre il nostro esempio sopra, se ci fosse stato un terzo o un quarto giocatore, ancora attivo al tavolo, con un punto inferiore alla scala che si trovava a tavola, allora il piatto sarebbe stato diviso anche tra questi giocatori attivi.

Fate attenzione ai rilanci: qualche volta, quando accade che la mano migliore è a tavola, un giocatore potrebbe rilanciare sperando di indurre qualcun altro a passare. Di conseguenza potrebbero vincere il piatto da soli o ridurre drasticamente il numero dei partecipanti alla divisione del pot. Ad esempio: supponiamo che a tavola ci siano il re di quadri, la regina di picche, il jack di cuori, il dieci di fiori e il nove di cuori. La mano più alta che può essere realizzata con tali carte è la scala all'asso. Uno dei giocatori potrebbe scommettere o rilanciare per indurvi a pensare che lui abbia l'asso e quindi un punto migliore del vostro. In questo caso, se pensate che sia un bluff, siete forzati a vedere la sua scommessa. Se effettuate il call, la cosa peggiore che potrebbe capitarvi è di perdere tale puntata. Se passate ed era un bluff avrete perso una porzione del piatto che influirà negativamente come un costo nella gestione del vostro budget.

Ci sono poi alcune situazioni che si verificano nei casi di colore. Se due o più giocatori attivi hanno una carta di colore di valore superiore a quella più bassa che si trova a tavola, allora il giocatore con la carta più alta vince il piatto. Facciamo un esempio chiarificatore. Supponiamo che le carte comuni siano A, K, 10, 9, 6 tutte di picche. Il primo giocatore ha Q di picche e J di cuori. Il secondo giocatore ha 8 di picche e 7 di cuori. In questo caso il giocatore numero uno vince perché grazie alla sua donna di picche realizza un colore più alto del colore con l'8 di picche del secondo giocatore. Il piatto sarebbe stato diviso se entrambi i giocatori avessero avuto una carta con un valore inferiore al 6 di picche. Infatti se il primo giocatore avesse avuto il 5 di picche e il secondo il 3 di picche, allora il 6 di picche a tavola avrebbe realizzato un colore superiore a quello che avrebbero potuto creare i due giocatori con le loro carte. Spero che ora sia chiaro come determinare la divisione di un piatto al poker texas hold'em. Basta ricordarsi di fare affidamento alle 5 carte migliori. Se accade che per tutti i giocatori attivi le cinque carte migliori si trovano sul tavolo, allora il piatto andrà diviso tra tutti i partecipanti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl