Imparare le lingue con Babbel: da oggi anche con riconoscimento vocale automatico

25/giu/2010 16.00.05 Babbel Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

         Mettere alla prova e migliorare la propria pronuncia online

         Analisi in tempo reale basata sul nuovo Adobe Flash Player 10.1

         Riconoscimento vocale automatico previsto anche per iPhone e iPad

 

Berlino, 23. Giugno 2010 – Babbel (http://www.babbel.com) introduce oggi sul suo portale online per lo studio delle lingue straniere una funzione di ultima generazione per il riconoscimento vocale automatico. Grazie all’analisi del proprio parlato gli user vengono incoraggiati a controllare la propria pronuncia e così a migliorarla. In questo modo, coloro che imparano una lingua straniera su Babbel vengono motivati passo dopo passo a migliorarsi e a mettere in pratica senza timore quanto imparato.

Dal punto di vista della tecnologia, dietro alla funzione di riconoscimento vocale automatico si cela un’analisi in tempo reale della pronuncia, basata su browser, che valuta tutti gli aspetti del parlato. In questo modo lo user riceve subito una valutazione della propria pronuncia, grazie al confronto con quella di un madrelingua. La funzione di riconoscimento vocale è stata integrata in tutti i corsi di Babbel. A eccezione dell’ultima versione di Flash Player, non è necessario installare nulla. 

 

Parlare in tutta libertà

Sono tante le persone che rinunciano a parlare con un madrelingua, perché non si sentono a loro agio nella lingua straniera a causa della propria pronuncia. Per questo Babbel ha introdotto un supporto tecnico per combattere questa barriera, aiutando gli user ad avere la fiducia necessaria in sé stessi per poter utilizzare tutte le loro conoscenze. „Invitiamo i nostri user a controllare la propria pronuncia con il riconoscimento vocale per prepararsi così nel modo migliore a conversazioni giornaliere“, afferma Markus Witte, direttore generale di Babbel.

 

E così funziona il riconoscimento vocale automatico: lo user pronuncia singole parole o frasi e ne riceve subito una valutazione su una scala da 0 a 100. Se il risultato è di almeno 50 punti, vuol dire che quanto detto viene capito bene in contesti internazionali. Grazie alla funzione di riconoscimento vocale, a seconda delle proprie ambizioni e necessità, è possibile perfezionare la propria pronuncia a doc.

 

Nuova tecnologia sviluppata da esperti audio

Il know-how tecnologico che si cela dietro alla nuova funzione di riconoscimento vocale, è stato già dimostrato con successo dai fondatori presso il loro precedente datore di lavoro, l’azienda berlinese di produzione di software audio Native Instruments. Qui, tra le altre cose, hanno sviluppato il software per dj “TRAKTOR”, conosciuto in tutto il mondo. Babbel, sistema per lo studio online delle lingue straniere, sfrutta quest’esperienza e queste conoscenze tecniche, mettento a punto un portale, nel quale lo user non si rende conto della complessa tecnologia che si cela dietro ad esso.

 

La nuova funzione di riconoscimento vocale automatico rappresenta una pietra miliare nel mondo dello studio delle lingue sul web e sottolinea la leadership tecnologica di Babbel sul mercato. Si tratta di una delle prime applicazioni basate sulle nuove funzioni di Adobe Flash Player, che risulta installato su oltre il 90% dei browser internet.

 

Da oggi il riconoscimento automatico è disponibile sul portale web di Babbel; è previsto l’ampliamento di questa funzione anche per iPhone e iPad.

 

 

Ulteriori informazioni ed immagini a proposito di Babbel su:

http://it.babbel.com/home/su-di-noi/stampa

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl