Comune di Morciano di R. - Presentato questa mattina il programma di FU.MO. - FU.turismo MO.rcianese

07/ago/2010 13.39.36 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato piÚ di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gentilissimi, inviamo la cartella stampa relativa all'evento FU.MO. (FU.turismo MO.rcianese) presentato questa mattina presso la Provincia di Rimini, alla presenza del Sindaco di Morciano Claudio Battazza, degli assessori Giannei, Dradi, Ghigi, Tagliaferri e del Direttore artistico Sonia Vico

 

 

 

Il Sindaco Battazza ha sottolineato quanto segue: "A Morciano mancava un evento di questo tipo, che si affiancasse per importanza alla Fiera di San Gregorio e a quella dei Golosi.Un impegno importante che ha coinvolto tutta la Giunta. Il nostro obiettivo è creare un momento di aggregazione e al tempo stesso una opportunità per il paese. Lo sforzo è quello di non scimmiottare il Futurismo, ma interpretare cos'è o cosa potrebbe essere il Fiturismo oggi. Ci sono parole chiave come dinamismo o velocità nelle quali noi tutti ancora ci riconosciamo. Vogliamo analizzarlo sotto tutti gli apsetti e aprire un discorso che duri nel tempo. Nell'arco di questa legislatura è nostra intenzione collocare diverse opere d'arte futuriste che resteranno alla città, quindi non si tratta solo di tre giorni ma di un progetto a 360 gradi che coinvolegrà Morciano in tutti i suoi aspetti negli anni a venire".

 

 

 

COMUNE DI MORCIANO DI ROMAGNA (Rimini)

 

FU.MO.

Fu.turismo Mo.rcianese

30, 31 luglio – 1 agosto 2010

 

  

A partire da quest’anno anche Morciano di Romagna avrà una sua manifestazione estiva, dal taglio culturale, ispirata ad un movimento artistico caratterizzante per la città: l’Avanguardia Futurista. Morciano dedica infatti una straordinaria tre giorni dal titolo “Fu.Mo – Fu.turismo Mo.rcianese” al pittore Umberto Boccioni i cui genitori erano morcianesi: Raffaele Boccioni, usciere di prefettura e Cecilia Forlani, sarta. Il pittore futurista, nato a Reggio Calabria nel 1882, era romagnolo non solo per le sue origini, ma per le evidenti caratteristiche acquisite nell’ambito familiare dove le usanze, la cultura e la parlata erano tutte morcianesi e rimasero inalterate in lui, nonostante i lunghi periodi trascorsi nelle varie città italiane.

 

“Egli non era romagnolo di nascita ma pochi avevano caratteristiche romagnole come lui e lui si vantava di averle! Poi è giusto e bello che Morciano lo consideri un suo concittadino perché lì ha avuto origini, perché lì sono nati i suoi genitori”.

 

Si legge in una lettera scritta dalla sorella Amelia alla zia morcianese Clarice.

 

“Morciano di Romagna rende omaggio a Boccioni, dopo l’acquisto della casa dove trascorreva da bambino le estati, oggi in fase di ristrutturazione per divenire una casa-museo e laboratorio d’arte contemporaneo; con le prove generali per l’inaugurazione della riproduzione della scultura “Sviluppo di una bottiglia nello spazio“ in piazza Umberto I; e oggi anche con un evento dedicato al Futurismo e in particolare modo, per l’edizione 2010, alla città futurista”, spiega l’Assessore alle Attività economiche Evi Giannei. “Siamo poi molto felici del fatto che l’onore, e l’onere, di dirigere questo ambizioso progetto sia stato raccolto da una giovane morcianese, Sonia Vico, vincitrice del bando di concorso indetto dall’Amministrazione comunale e alla quale si deve l’originale titolo della kermesse: FU.MO”.

 

"Conoscendo l'avanguardia e l'originalitĂ  dei suoi artefici, famosi per essere rivoluzionari e provocatori, e rimastami in mente una delle loro serate, dove coinvolsero il pubblico e soprattutto il fumo di sigari e sigarette che divenne parte dello spettacolo, ho pensato di presentare il mio progetto con il titolo: FU.turismo MO.rcianese, il cui acronimo ĂŠ appunto Fu.Mo." specifica il Direttore artistico Sonia Vico.

 

 

Movimento, colori, luci, acrobazie, musica, teatro, danza, poesia, cucina, sapori, profumi, artisti di strada e figuranti, tutto in chiave dinamica e spettacolare. Morciano di Romagna, il 30, 31 luglio e domenica 1 agosto dalle 21 in poi sarà animato da straordinari spettacoli, alcuni dei quali rappresentati per la prima volta nel territorio riminese, e con il coinvolgimento di tre compagnie attive sul territorio quali i Fratelli di Taglia, i Ciarlatani, e il Serraglio. Sarà tutto il paese ad essere coinvolto con vetrine a tema, negozi, bar, ristoranti, forni, gastronomie, gelaterie, pasticcerie, parrucchiere ed estetiste che usciranno in strada dando vita a veri e propri salotti che qualificheranno le attività commerciali insieme ad espositori, rigorosamente selezionati, per divenire anche loro protagonisti della festa. Ed ancora eventi, iniziative di poesia, musica, danza e giocoleria. In ricordo del pittore futurista Umberto Boccioni sarà ricreato il quartiere degli artisti “Materia”: pittori, scultori, installatori, writers in azione durante la festa ed un’area attrezzata per disegnare, colorare e divertirsi in nome dell‘avanguardia artistica. Mercatino d’arte e d’artigianato, espositori ed esposizioni ‘futuriste’ e menù a tema con le specialità romagnole ma con un tocco futurista, tra cui non mancherà la cena futurista con teatro alla carta.

 

Una kermesse che si caratterizzerà per la sinergia di tutte le ‘forze’ morcianesi. A cominciare dallo stretto coinvolgimento di quattro assessorati che da mesi lavorano per il successo di questa nuova e importante iniziativa. "In questo particolare momento di crisi lo sforzo dell'Amministrazione è notevole, soprattutto se si pensa all'investimento su un'unica festa – spiegano il Sindaco Claudio Battazza e l’Assessore Evi Giannei -. La sfida che lanciamo è quella di sostenere le attività economiche locali e di promuovere il ‘sistema morcianese’ perché crediamo di avere tutte le carte in regola sia dal punto di vista commerciale che enogastronomico per qualificare il nostro paese”.

 

"Un altro punto di forza di questa festa è il coinvolgimento di tutte le realtà, non solo commerciali, ma anche giovanili e di volontariato, come gli Scout, l'ACR e l'Oratorio Don Bosco. Oltre alla Proloco, al centro sociale Mercurio, all'associazione giovanile Mucche in transito e Voce in Capitolo” aggiunge l’Assessore alle politiche sociali Corrado Bernabei.

 

"Sono orgoglioso di partecipare attivamente alla selezione di giovani musicisti, presentatori, dj e artisti, tutti morcianesi – fa eco Ivan Tagliaferri, Assessore alle Politiche giovanili - Il paese è una fucina di risorse giovanili e il nostro intento è quello di valorizzarle e promuoverle attraverso la festa futurista".

 

“Creare un evento che abbia un legame con un’avanguardia importante come il Futurismo significa lanciare un segnale forte verso l’interesse per la cultura. L’intento dell’Amministrazione è dunque anche quello di creare, attraverso una festa, un percorso che porti il paese ad essere conosciuto anche per la sua valenza culturale”. Conclude l’Assessore alla cultura Filippo Ghigi.

 

 

Ufficio comunicazione Comune di Morciano di Romagna – Creattiva

Tel. 0541 709792 – fax 0541 708015 – E-mail: creattiva@creattiva.info – www.creattiva.info

Ref. Arianna De Nicolò 339 5312501

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl