Comune di Morciano di R. - Presentato questa mattina il progetto per l'ampliamento del padiglione fieristico

Comune di Morciano di R. - Presentato questa mattina il progetto per l'ampliamento del padiglione fieristico Gentilissimi, è stato presentato questa mattina presso la Provincia di Rimini il progetto per l'ampliamento del Padiglione fieristico di Morciano di R. Erano presenti in veste di relatori: il Sindaco di Morciano Claudio Battazza, Ing.

13/lug/2010 13.04.12 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Gentilissimi,

è stato presentato questa mattina presso la Provincia di Rimini il progetto per l’ampliamento del Padiglione fieristico di Morciano di R.

Erano presenti in veste di relatori: il Sindaco di Morciano Claudio Battazza, Ing. Gianluigi Savorani, direttore tecnico di CSM Modena; Dott. Giuseppe Chicchi, Presidente onorario di Formae Soc. Coop.; Arch. Barbara Turci (progettista architettonico "Opere per ampliamento Fiera Morciano") di Formae Soc. Coop.

 

Sintesi degli interventi:

Claudio Battazza: “Si tratta di una grande opportunità per Morciano. Innanzitutto perché è un’opera che aspettiamo da anni e che era nei progetti di tutte le amministrazioni che si sono succedute; poi per la metodologia di costruzione: una grande opera che non mette in ballo il consumo del territorio, anzi andrà a produrre energia pulita. Infine perché abbiamo già un padiglione fieristico che stiamo tentando di rilanciare. Nell’ultimo anno abbiamo organizzato otto manifestazioni e per il 2011 ne abbiamo in cantiere almeno dieci. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione più spazio e creare una struttura che è unica nel suo genere nella Provincia di Rimini. Il tutto a costo zero per il Comune e i suoi cittadini”.

 

Ing. Savorani: “La fiera di Morciano avrà un iter organizzativo breve. Contiamo infatti di realizzare l’intero padiglione in sette/otto mesi. L’obiettivo è entrare in funzione con il fotovoltaico entro il 31/12/2010 e consegnare la seconda parte del padiglione nei tempi giusti per la Fiera di San Gregorio”.

 

Dott. Giuseppe Chicchi: “Nei momenti di difficoltà cerchiamo di creare qualcosa di nuovo per sostenere imprese ed enti locali. Andremo a realizzare un impianto del valore di 3 milioni e mezzo di euro, di cui il 60% inerente il fotovoltaico e il 40% opere civili (padiglione fieristico). L’impianto in 30 anni produrrà 7 milioni di euro che andranno a coprire il costo iniziale (progetto, costruzione, imprevisti, riqualificazione dell’area etc.) e gli oneri finanziari”.

 

 

 

 

 

COMUNE DI MORCIANO DI ROMAGNA

 

Stemma Comune

 

 

PERCHÈ L'AMPLIAMENTO DEL PADIGLIONE FIERISTICO

Si tratta di un intervento in grado di fornire un'opportunità di assoluto rilievo all'arricchimento della consolidata vocazione commerciale di Morciano, grazie alla possibilità di ulteriori e più consistenti occasioni espositive e convegnistiche; e che nel contempo, date le nuove dimensioni del contenitore, consentirà di corrispondere alle crescenti domande in campo culturali e ricreativo, mediante un'adeguata promozione di eventi e spettacoli.

 

DESCRIZIONE GENERALE PROGETTO

L’intervento, che sarà eseguito dal CSM (Consorzio Stabile Modenese), è finalizzato all’ampliamento del padiglione fieristico esistente, aumentandone la superficie di circa il doppio. Tale aumento di superficie sarà ottenuto con la realizzazione di un nuovo edificio prefabbricato, posizionato parallelamente a quello esistente. Su entrambi i fabbricati, quello esistente e quello di nuova costruzione, saranno posizionati pannelli fotovoltaici per la produzione di Energia Elettrica, che formeranno un campo fotovoltaico di circa 500 Wp; dalla vendita all’Enel dell’Energia prodotta, la Ditta costruttrice otterrà le risorse in grado di ammortizzare l’intero investimento finanziario resosi necessario per la realizzazione dell’intervento.

Il carattere architettonico del progetto nasce dalla ricerca di un linguaggio comune tra l’edificio esistente e quello in ampliamento, ottenuto avvolgendo entrambi con un involucro che consente di realizzare un organismo edilizio unico ed omogeneo. L’involucro, realizzato con reti metalliche così da garantirne trasparenza e leggerezza, lascia spazio sul fronte principale dell’edificio ad un portico che funge da diaframma tra interno ed esterno e ripete, in un’alternanza di pieni e vuoti, il disegno delle facciate.

La copertura, realizzata con elementi inclinati, consente l’integrazione dei pannelli fotovoltaici con la stessa, ottenendo con ciò un valido risultato sia sotto il profilo estetico che sotto quello economico, riducendo l’impatto visivo delle strutture di sostegno dei pannelli e risparmiando il costo delle strutture stesse.

I due padiglioni, P1 e P2, sono resi autonomi da ingressi indipendenti, in grado di permetterne l’utilizzo in caso di due diverse manifestazioni simultanee, consentendo maggiore flessibilità nella gestione degli eventi.

È prevista, nell’ambito dell’intervento, anche la sistemazione dell’area esterna con realizzazione di nuovi parcheggi (con pavimentazione permeabile) coperti da pensiline fotovoltaiche e la creazione di una piazza antistante il fronte della fiera, che si amplia, estendendosi sulla strada chiusa al traffico, in concomitanza degli eventi fieristici. La nuova piazza diviene comunque un nuovo luogo fruibile dalla cittadinanza indipendentemente dalla presenza di manifestazioni in fiera.

 

INTERVENTO INNOVATIVO E RELATIVI VANTAGGI

La precedente Amministrazione aveva deciso di realizzare l'ampliamento del Padiglione secondo la logica del cosiddetto “motore immobiliare”; vale a dire concedendo al soggetto privato che lo avesse realizzato una rilevante contropartita immobiliare, consistente nell'edificazione di appartamenti, uffici e negozi per complessivi mq 5710.

Il fatto di essere riusciti a sostituire quel “premio in cemento” con un i vantaggi che può dare un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica, è motivo di grande soddisfazione per il Sindaco Claudio Battazza e per la Giunta Comunale. Con questo risultato, infatti, la collettività morcianese consegue un triplo vantaggio: economico (non costa al Comune); urbanistico (meno cemento); ambientale (energia elettrica “pulita”, ricavata dal sole).

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl