Rimini - migliaia di persone per Nud e Crud - consumate 13 porchette

Rimini - migliaia di persone per Nud e Crud - consumate 13 porchette LA PIDA SE PARSOT LA PIS UN PO' MA TOT!

16/lug/2010 13.29.01 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

logo ok

 

LA PIDA SE PARSOT LA PIS UN PO’ MA TOT!

(La piada col prosciutto piace un po’ a tutti)

 

GRANDE FOLLA DI APPASSIONATI ALL’INAUGURAZIONE DI “NUD E CRUD”, IL NUOVO LOCALE DEL BORGO SAN GIULIANO A RIMINI

Sparite in poche ore 13 porchette e 2.000 pagnotte per piada

 

Una folla di amici e appassionati della buona tavola ha preso letteralmente d’assalto l’inaugurazione di “Nud e Crud”,  il nuovo locale del borgo San Giuliano a Rimini che ha aperto ieri, 15 luglio.

 

A partire dalle 18.30 e fino all’una e mezza di notte, migliaia di persone hanno invaso gli spazi di Nud e Crud, arrivando fino in strada. A richiamare una tale quantità di persone è stata la grande protagonista di questo nuovo punto di ritrovo: la più tipica e familiare cucina del territorio riminese con al centro la piada, i cassoni e i piatti semplici della tradizione romagnola.

 

Un’inaugurazione divenuta un evento popolare che ha coinvolto trasversalmente tutta la cittadinanza riminese e non solo: amici, vicini, borghigiani, giovani, famiglie, anziani e tanto altro! Basti pensare che sono andate esaurite in poche ore 13 porchette, 2.000 pagnotte di impasto per la piada, 18 fusti di birra, 50 magnum di Bellavista Vezzoli, torte, ciambelle, crostate, bibite a volontà. 

 

Ad accogliere gli invitati e fare gli onori di casa i tre proprietari, tutti riminesi:  Enrica Mancini e Giuliano Canzian, già interpreti della ristorazione riminese, e Sergio Gnassi, avvocato con la passione per la cucina. A loro il merito di aver dato lavoro a 12 persone oltre che aver rinnovato un locale che vive nel borgo San Giuliano dal 1903.

 

“Siamo ancora storditi ma davvero contenti – afferma Sergio Gnassi – E’ stato bello, dopo mesi di lavoro, ricevere un abbraccio di questo tipo. Noi abbiamo solo voluto trasmettere quello che siamo: gente vera che offre prodotti di qualità a un prezzo accessibile”.

 

“Ci ha fatto molto piacere ricevere questo riscontro da parte dei riminesi – continua Enrica Mancini – Questo dimostra che Rimini ha ancora voglia di cose nuove ma anche di riscoprire la propria tradizione. I nostri concittadini hanno capito che questo è un posto per tutti!”.

 

Il pubblico ha particolarmente apprezzato la buona piada riminese, realizzata al momento nella grande cucina a vista con farine locali (quella del Mulino ad acqua Ronci, di Pennabillli) e accompagnata dai migliori prodotti della filiera corta (a km zero), ma anche dai migliori prodotti provenienti da altre zone d’Italia (a km vero), purché caratterizzati da identità, specificità e filiera di produzione rintracciabile.

 

Ammirata anche la suggestione e il calore del locale – realizzato da artigiani locali secondo il progetto dell’Architetto Barbara Vannucchi, con elementi di design internazionale – un ambiente ricercato ma vicino alle persone, che oltretutto può godere di un’ampia terrazza sul Ponte di Tiberio.

 

Mentre molta curiosità hanno ispirato alcune “invenzioni” come il kit da asporto (si può prenotare telefonicamente e ritirare a tutte le ore) chiamato Pid-nic: per fare un pic-nic romagnolo a base di piada, nel vicino Parco Marecchia. Oppure come il Pid-burger (da piada, che in dialetto romagnolo si dice “pida” e hamburger), composto da carne chianina allevata nei pascoli dell’Appennino Tosco-Romagnolo, dal guanciale di mora romagnola e, al posto di maionese e ketchup, da una deliziosa crema di squacquerone…

 

Un’altra novità di NudeCrud è che lo si può trovare aperto dalle 6,30 del mattino a tarda notte: per la colazione, il pranzo, la merenda, l’aperitivo, la cena e tutto quello che si può desiderare, fino allo spuntino notturno…

 

Gran parte della cittadinanza riminese (e non solo) ha partecipato dunque alla serata inaugurale che ha visto protagonista anche “Folk Funk Superstarz”, un progetto musicale basato sulla fusione del funk con il folk romagnolo, che viene arrangiato in studio e riproposto come DJ-set d'autore. Per l’occasione è stato creato questo nuovo gingle: “In the neighborhood /  in the mood / real good food / nud e crud!”

 

 

 

NudeCrud è a Rimini nel borgo San Giuliano in viale Tiberio 27, 29.

Tel. 0541 29009 cell. 333 6744800

www.nudecrud.it info@nudecrud.it

 

 

IN ALLEGATO ALCUNE IMMAGINI DELL’INAUGURAZIONE

 

Ufficio stampa Creattiva

Tel. 0541 709792 – fax 0541 708015

creattiva@creattiva.info

www.creattiva.info

Ref. Sara Marietti 339 8807636

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl