Una nuovissima esperienza di gioco

Riducendo la questione ai minimi termini, si può affermare che grazie a Kinect è possibile gettare nella spazzatura joystick, joypad e periferiche varie, dimenticare tasti e pulsanti e fare affidamento semplicemente sul proprio corpo, trasformato nell'unica interfaccia utile all'esperienza di gioco.

11/nov/2010 21.43.09 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

È arrivato sul mercato Kinect, l’ultimissima interfaccia per Xbox360. Un sistema di controllo del tutto nuovo, dato che permette una interazione assolutamente innovativa con la piattaforma di gioco. Riducendo la questione ai minimi termini, si può affermare che grazie a Kinect è possibile gettare nella spazzatura joystick, joypad e periferiche varie, dimenticare tasti e pulsanti e fare affidamento semplicemente sul proprio corpo, trasformato nell’unica interfaccia utile all’esperienza di gioco. Un sistema che consente insomma di dimenarsi “a mani nude” davanti al televisore, compiendo i gesti più svariati e dedicandosi alle attività più diverse: saltellare, correre, giocare a calcio, accarezzare cuccioli. Per quanto col rischio costante di rasentare il ridicolo.

Il futuro roseo del controller sembra naturalmente scontato. Soprattutto considerando il valore aggiunto in riferimento ad attività come il ballo o gli sport in generale e la maggiore verosimiglianza assicurata dall’assenza di periferiche. Tra l’altro, ultimamente, qualsiasi ritrovato tecnologico che abbia un minimo di attinenza con la forma fisica e il miglioramento dell’aspetto sembra destinato a sicuro successo. Tanto più che l’esperienza di gioco senza periferiche offre una esperienza più completa rispetto alla video ginnastica, che pure riscuote un grandissimo successo. Numeri da capogiro, forse giustificati dal desiderio di svago, dal gusto del gioco vissuto come terapia o dalla voglia di essere sempre perfetti – e la grandissima popolarità di alcune video make up artist parlano chiaro. Tutto insomma sembra giocare a favore di innovazioni in questo campo. E se poi eliminassero un po’ di fatica sarebbe meglio, anche se questa è un’altra storia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl