Torino città dell’atletica per un giorno

15/nov/2010 10.34.27 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Rinnovando l’appuntamento novembrino che si ripete ormai da ventiquattro anni, anche ieri si è tenuta la consueta Turin Marathon. Fuori dalle case Torino, come i sette comuni della provincia, ha visto centinaia di persone con bambini, cagnolini, biciclette. Tutti a guardare, ed applaudire, l’esercito di circa tremila corridori che, scarpette ai piedi, hanno percorso di corsa, di buona lena o passeggiando tranquillamente, i 42 chilometri del percorso. Da Corso Unità d’Italia i maratoneti hanno attraversato Moncalieri, Nichelino, Beinasco, Orbassano, Rivalta, Rivoli e Collegno, fino all’ingresso a Torino lungo corso Vittorio Emanuele II, corso re Umberto, piazza Solferino, via Roma fino a piazza Castello.

La 42 chilometri è stata affiancata da altre due gare: la StraTorino, lunga 7,5 chilometri, e la Junior Marathon, la corsa dedicata ai più piccoli. Un totale di quindicimila persone ha colorato, nel complesso, le strade della città. A vincere la Turin Marathon è stato Ruggero Pertile, trentaseienne di Padova, che vanta una carriera dignitosa nell’atletica. Il padovano ha riportato un tempo di 2 ore, 10 minuti e 58 secondi e si è lasciato alle spalle il keniota Lawrence Kimaiyo con 2 ore 11 minuti e 45 secondi e l’etiope Habteselassie Lemma con 2 ore 12 minuti e 21 secondi. In campo femminile, la vincitrice è stata Priscah Jeptoo, keniota che ha riportato il tempo di 2 ore, 27 minuti e 1 secondo. Ma i veri campioni sono stati senza dubbio i bambini, quelli che da questa giornata di festa hanno tratto il maggior divertimento.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl