Festival del mondo antico Rimini: giocare per imparare, avvicinarsi alla storia attraverso il gioco e il fumetto

Nello spazio allestito presso la Galleria dell'Immagine (Palazzo Gambalunga) venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.00, si troveranno le postazioni stabili con i computer e qui chiunque potrà cimentarsi con i videogiochi, rivivendo le atmosfere dei tempi romani (per tutte le età, dai 9 anni).

Persone Sara Marietti, Arianna De Nicolò, Stefano Voltolini, Sergio Tisselli, Paolo Piffarerio, Michele Petrucci, Valeria Cicala, Paolo Guiducci, Riccardo Maneglia, Dopo, Marco Tibaldini, Mattia Scacchi, Andrea Castellan, Davide Focchi, Giovanni Brizzi, Cesar
Luoghi Bologna, Rome, Emilia Romagna, Rimini
Organizzazioni Cartoon Club
Argomenti music, composition

21/giu/2011 11.42.05 Creattiva Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: comune rimini ufficio stampa <ufficio.stampa@comune.rimini.it>
Date: 21 giugno 2011 11:34
Oggetto: festival del mondo antico: giocare per imparare, avvicinarsi alla storia attraverso il gioco e il fumetto
A: "Undisclosed-Recipient:;"@srv-postfix.comune.rimini.it


Comune di Rimini
Ufficio Stampa
tel 0541 704262
fax 0541 704411

Emilio Salvatori
Capo Ufficio Stampa

ANTICO/PRESENTE XIII 2011

I laboratori del Festival del mondo antico

Rimini

24 e 25 giugno 2011

 

“Custodire il passato per [di]segnare il futuro”

 

GIOCARE PER IMPARARE.

AVVICINARSI ALLA STORIA ATTRAVERSO IL GIOCO E IL FUMETTO

 

Manca poco ormai all’apertura di “Antico/Presente - I laboratori del Festival del mondo antico” che si svolgerà a Rimini il 24 e 25 giugno. Come si è detto i grandi protagonisti di questa edizione saranno i giovani - bambini e adolescenti - eredi e custodi del passato e fautori del proprio futuro.

 

Ecco allora che quest’anno Antico/Presente offre ai ragazzi una serie di opportunità davvero particolari per avvicinarsi alla storia e all’archeologia: si va dai numerosi laboratori - con i quali sperimentare direttamente lo stile di vita degli antichi - passando dai giochi (videogiochi, giochi di ruolo, di strategia, ecc.) per arrivare al fumetto, linguaggio privilegiato per comunicare l’antico.

 

Vogliamo soffermarci in particolare su questi ultimi due aspetti. Al gioco infatti è dedicata un’ampia sezione del festival. In molti troveranno davvero divertente la “Techzone”, con straordinari videogiochi sull’antica Roma. Infatti Cartoon Club (UNASP ACLI) in collaborazione con lo staff di Techzone Rimini, propone due appuntamenti con  “Romae Total War”, “Caesar IV” e “Age of Empire”, i videogiochi che hanno conquistato fan in tutti il mondo. Nello spazio allestito presso la Galleria dell’Immagine (Palazzo Gambalunga) venerdì e sabato dalle 10.00 alle 12.00, si troveranno le postazioni stabili con i computer e qui chiunque potrà cimentarsi con i videogiochi, rivivendo le atmosfere dei tempi romani (per tutte le età, dai 9 anni).
 
“Ave Caesar…” (sabato dalle 16.00 alle 19.00 alla Galleria dell’immagine) invece farà passare ai ragazzi un pomeriggio all’insegna dei giochi di ruolo. Protagonista la Roma antica con “Ave Caesar”, “Villa Paletti” e “Strade Romane”. A cura di Cartoon Club in collaborazione con “La tana dei Goblin”.

 

Ancora gioco con Ludus latrunculorum” (venerdì alle 21 presso il Palazzo del Podestà), una sorta di war game con tanto di comandante e di soldati. Per ragazzi da 7 anni e adulti.

E poi una grande novità: POLEMOS (Polemos), i giochi da tavolo come strumento per avvicinarsi alla storia. Sarà la voce autorevole di Giovanni Brizzi (Università di Bologna) a presentare il progetto di Cesare e Davide Focchi, Andrea e Mattia Scacchi, Marco Tibaldini (sabato alle 18.00 presso la Domus del chirurgo). Si tratta di una serie di giochi di strategia che si pongono come valido strumento, costruito con rigore storico e con cognizione delle dinamiche ludiche, in grado di fornire un punto di accesso allo studio della storia e di migliorare il rapporto che i ragazzi possono avere con essa. Dopo la presentazione si potrà giocare fino alle 23.00! (Per ragazzi dai 14 anni).

 

Come si è detto grande attenzione sarà data al fumetto. Andrea Castellan, disegnatore di Topolino, Lupo Alberto e Cattivik, noto come Casty, sarà protagonista dell’incontro “I personaggi di Casty” (venerdì alle 17.00 presso la Galleria dell’Immagine) nel quale si parlerà di fumetti e cartoni animati che hanno come soggetto il periodo storico che va dalla preistoria all’epoca romana. Dopo aver illustrato le sue creazioni e mostrato il suo modo di disegnare i personaggi Castellan sarà a disposizione dei partecipanti che vorranno provarsi nel laboratorio di fumetto. A seguire Riccardo Maneglia (autore di film di animazione) presenterà il video realizzato con la tecnica della stop-motion, del laboratorio del banchetto romano messo in scena dagli operatori didattici del Museo con la classe V C della Scuola primaria Ferrari di Rimini.

 

Al fumetto sarà dedicata anche la tavola rotonda a cura dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna (alle 16.00 presso il Museo della Città) “Le disegnano così. Storia e archeologia nei fumetti”. L’incontro costituisce un’occasione per riflettere sulla comunicazione dell’antico attraverso il linguaggio del fumetto, capace di coinvolgere i giovani e nel contempo rivolgersi a tutte le età.

 

Introduce alla tavola rotonda la mostra “L’antico nel fumetto. storia, fatti e personaggi nei comics”, a cura di Paolo Guiducci (direttore della rivista Fumo di China), nata da un’idea di Valeria Cicala e realizzata grazie alla collaborazione dell’IBC Regione Emilia-Romagna. Nel percorso figurano opere di Casty, Mabel Morri, Michele Petrucci, Paolo Piffarerio, Sergio Tisselli, Stefano Voltolini. L’inaugurazione è in programma alle ore 15.30.

 

Nell’intento di “custodire il passato per [di]segnare il futuro” si racchiude dunque lo spirito di questa edizione del Festival improntata al laboratorio nel significato etimologico che fa del lavoro l’esperienza del conoscere per custodire e costruire il domani.

 

Per il programma completo http://antico.comune.rimini.it

 

 

L’iniziativa, organizzata dai Musei Comunali di Rimini, Biblioteca Gambalunga e Istituzione Musica Teatro Eventi del Comune di Rimini, gode del patrocinio del MIBAC, della Regione Emilia-Romagna, dell’Università di Bologna, della Commissione Nazionale per l’UNESCO.

 

Ufficio stampa - Creattiva

creattiva@creattiva.info - www.creattiva.info

Ref. Arianna De Nicolò 339 5312501 -  Sara Marietti 339 8807636

 

Ufficio stampa Comune di Rimini

Tel. 0541 704262 - Fax 0541 704411 - e-mail: ufficio.stampa@comune.rimini.it

 

 

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl