Vince al Superenalotto ma lo Arrestano, e gli Rubano la Schedina

24/mar/2012 21.27.09 Paid To Write Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

È stato arrestato subito dopo aver giocato una schedina che si è rivelata vincente, ma al momento della scarcerazione della ricevuta non c'era più traccia. Per questo motivo tre guardie sono ora indagate per peculato, accusate dall'uomo di avergli rubato la schedina del Superenalotto dal valore di 800 euro. L'uomo, al momento dell'arresto, «si trovava all'interno di un'edicola-tabaccheria, subito dopo avere giocato al lotto ed aver verificato le Estrazioni SuperEnalotto, così come emerge dai documenti che accompagnano il detenuto. Arrivato in carcere, ha dovuto depositare come da prassi i suoi averi in una cassetta di sicurezza. Cellulare, soldi, sigarette e «vari fogliettini». Tra questi fogliettini c'è anche la giocata al lotto. Scontata la pena, l'uomo si precipita in tabaccheria per controllare i numeri, e il titolare, suo amico, gli dice: «Il giorno dopo che sei stato arrestato, hai vinto 800 euro. Dammi la schedina, così almeno puoi iniziare a goderti la libertà con ottimismo». Ma l'ex detenuto no ha trovato la schedina tra i suoi averi. Così si è presentato in Procura e ha denunciato i tre agenti di custodia. Ecco i numeri estratti che hanno fatto vincere il detenuto

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl