Come cambia la pubblicità con i social shopping

Come cambia la pubblicità con i social shopping.

Persone Caterina Della Valle
Argomenti commercio, pubblicità

03/apr/2012 19.39.11 caterina della valle Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Bastano il passaparola e la cartellonistica per far conoscere la propria attività?

Direi sicuramente di no. Nell’era d’internet nessuna pubblicità può esulare da questo mondo ed è esattamente quello che offrono i portali di acquisti di gruppo come www.gruperrimo.it , che uniscono l’utile al dilettevole: fanno divertire spendendo poco e garantiscono pubblicità su vasta scala arrivando lì dove nessun passaparola o cartellone pubblicitario potrebbe mai arrivare.

Funzionano davvero? A giudicare dalla mole di vendite che hanno ogni giorno direi proprio di sì e mettono sicuramente d’accordo acquirente e venditore.

Dov’ è l’inganno? Perché è chiaro che nessuno regala niente.

Sempre a giudicare dal numero di offerte che vengono vendute ogni giorno direi che non c’è nessun inganno, queste offerte non sono frutto di giochi di prestigio a danno degli acquirenti,ma di pubblicità condotta diversamente dal solito. Se così non fosse i siti avrebbero chiuso in men che non si dica e tutto si sarebbe rivelato una bolla di sapone.

Caterina Della Valle

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl