L’orto sul balcone

22/giu/2012 10.10.34 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’aumento di aziende operanti nel campo della produzione e della distribuzione di prodotti biologici consente a chiunque di avvicinarsi ad uno stile di vita più sano, rispettoso del proprio corpo e della natura che ci circonda. Ma la pratica che si va affermando da qualche tempo dimostra che non ci limita a sfruttare un servizio esterno; in molti si danno da fare in prima persona per portare sulla propria tavola prodotti biologici al 100%. Come? Creando e curando il proprio orticello domestico!

Per chi vive in campagna questa non è certo una novità: con tanti spazi verdi a disposizione è facile dedicare qualche metro alla produzione di frutta o verdura. Ultimamente però cresce il numero di coloro che, pur vivendo in città, scelgono di percorrere questa strada, allestendo sul balcone un piccolo orticello: seguendo poche semplici regole è possibile avere un risultato garantito! È preferibile avere un balcone che sia ben esposto al sole, anche se non mancano piante che necessitano di poca luce; è bene rispettare i tempi di semina e scegliere le piante adatte allo spazio che si ha a disposizione (in un piccolo balcone con vasetti di terracotta è impensabile piantare alberi da frutta come ciliegi o limoni); bisogna tenere il terriccio umido ma senza bagnarlo troppo; inoltre si devono combattere acari, funghi e muffe che potrebbero rovinare il nostro lavoro, utilizzando anche appositi prodotti naturali.

È necessaria un po’ di fatica (ma nemmeno troppa) e tanta costanza: alla fine però la soddisfazione di mangiare qualcosa di autoprodotto – e decisamente più saporito di ciò che si trova al supermercato – ripagherà qualsiasi sforzo!

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl