Arrosto fantasia

14/set/2010 15.42.00 chiaramarina Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
   
 Giornata decisamente estiva oggi a Roma. Mentre andavo in assessorato ho anche dovuto accendere il condizionatore dell'auto.  Mi era venuta voglia di "inaugurare" il terrazzo, e così avevo iniziato a fare qualche telefonata. Alla terza (un no, un ni, è un "si se siamo tanti") mi sono arreso.  Mi rimane il problema degli "avanzi" (che avanzi non sono, dato che li avevo appena comprati...)  Per gli arrosticini e il polpo, nessun problema; ficcati in congelatore. Le ostriche non me le sono pappate (non è che siano la mia massima aspirazione...), le ho regalate a mia sorella.  C'era un arrosto da conciare...  Decido per un esperimento.  Prendo tre limoni, li spello con attenzione, elimino i semi e -una volta affettati- vanno a finire sul fondo del tegame.  Un rametto di rosmarino, ed alcune foglie di salvia del mio mini orto completano lo strato inferiore.  Un tocco di eresia; dato che devo comunque aprire il barattolo delle acciughe salate, ne pulisco un paio e metto anche esse nel tegame.  Su questo letto stendo l'arrosto (che, nella cottura, cambiera completamente forma... che cacchio di taglio ho comprato?)  Faccio rosolare, quindi aggiungo il brodo (un banalissimo brodo di dado).  Un paio di ore a fuoco bassissimo ed è quasi pronto.  Mentre lascio freddare la carne, lavoro di minipimer per preparare "la salsa".  Affetto l'arrosto, quattro "mucchietti"; tre raggiungono arrosticini e polpo.  Il quarto viene adagiato su di un piattone, cosparso di salsa e posizionato in tavola.  Buono! Inconsueto ma buono...   Ora sono all'attacco della seconda vaschetta (su otto) di fragole...  
   
 mr cuoco  


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl